Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2021

Enzo Bianchi "Avere fiducia"

Immagine
Capitoli Online - 13 aprile 2021 Serie di Incontri  " Riannodare i fili dell'invisibile"   Chiacchierata con Enzo Bianchi Sei incontri ci accompagneranno per capire cos’è lo Spirito Santo, come si possono riannodare i fili di quella dimensione invisibile e soprannaturale dalla quale proveniamo e che ci siamo persi nell’immergerci all’interno di una società che ha esaltato per anni la negazione della spiritualità esaltando il materialismo come misura del successo personale. La spiritualità è un’entità dinamica in continuo movimento dato che è una marcia individuale, uno spazio soggettivo dove ciascuno costruisce il senso della sua vita, interrogandosi sulla sua presenza al mondo e una trascendenza possibile. essa non è facilmente visibile ma rimanda a questo spazio interiore dove si elaborano in modo dinamico la ricerca di senso, le credenze e le fonti di speranza.

Ermes Ronchi: «Innamoriamoci della nostra terra, così ne avremo cura»

Immagine
Ermes Ronchi   intervistato da Marta Randon  La Voce dei Berici   15 aprile 2021 Spegniamo le luci, chiudiamo l’acqua che scorre senza motivo, evitiamo di acquistare prodotti che attraversano gli oceani. «Il cambiamento parte da come e quando decidiamo di aprire il portafoglio» dice padre Ermes Ronchi parlando di buone pratiche, sostenibilità, cura dell’ambiente in occasione della Giornata mondiale della terra del 22 aprile dal titolo “Restore Our Earth” (Risanare la nostra terra).    L’abbiamo raggiunto al telefono e le sue parole suonano terribilmente semplici, talmente ragionevoli che, posata la cornetta, credi davvero di poter fare parte del cambiamento. Sulla scia della “Laudato si'” il presidente dell’associazione “Casa dei sentieri e dell’ecologia integrale” di Isola Vicentina insiste sulla forza del “fare insieme”, dell’innamorarci di quello che ci sta attorno: «Solo così possiamo davvero prendercene cura», sottolinea, contro il possesso, il consumismo, le multinazionali.

Chiara Giaccardi "La scommessa della fraternità"

Immagine
La fraternità è una scommessa perché ha in sé una tensione polare: ci sono infatti relazioni fraterne positive e altre distruttive, come insegna la vicenda di Caino e Abele. Dove sta la scommessa del legame tra persone che non si sono scelte? Cos’è e cosa non è la fraternità universale? Quale rapporto tra uguaglianza e fraternità?  Ne parliamo con Chiara Giaccardi , professoressa di Sociologia e Antropologia dei Media all’Università Cattolica di Milano e direttrice della rivista Comunicazioni Sociali. 

Commenti Vangelo 18 aprile 2021 Terza Domenica di Pasqua

Immagine
Abbazia di Pulsano Alberto Maggi Alberto Simoni Alessandro Dehò Antonio Savone Associazione il Filo Clarisse Sant'Agata Comunità Kairòs Erio Castellucci Ermes Ronchi Ernesto Balducci Fabio Rosini Fernando Armellini Francesco Cosentino

Enzo Bianchi "L’antidoto alla paura di Dio e della morte"

Immagine
Vita Pastorale   Aprile 2021 di ENZO BIANCHI per gentile concessione dell'autore Nelle crisi che il cristianesimo oggi attraversa soprattutto nel mondo occidentale ho constatato più volte che non si tiene conto di un dato primordiale che abita l’uomo: la paura. Nei nostri giorni abbiamo certamente preso cognizione delle paure più che in altre epoche culturali, abbiamo scoperto nuove paure, come attesta il titolo di un libro recente di Marc Augé, ma non abbiamo pensato e meditato proprio sul legame tra paura e religione, tra paura e cristianesimo in particolare.

Elena Pulcini: una filosofia sorella delle teologie femministe

Immagine
IL REGNO DELLE DONNE   Elena Pulcini: una filosofia sorella delle teologie femministe  Lucia Vantini , 15/04/2021 La notizia della morte di Elena Pulcini, grande filosofa delle emozioni, della vulnerabilità e della cura, è arrivata in modo improvviso venerdì scorso. Con quell’annuncio si è fissato nell’irreversibilità il vuoto lasciato nelle persone che l’hanno conosciuta e amata, ma è stato colpito tutto il mondo culturale appassionato di etica della cura. È in questo orizzonte che ho potuto “incontrare” la professoressa Pulcini. L’ho incontrata in un modo indiretto ma indubbiamente luminoso e vitale, non solo perché le sue pagine vanno dritte alle questioni più interessanti per il presente, ma anche perché lasciano trasparire qualcosa della passione intelligente di chi le ha scritte.

Lidia Maggi e Luciano Locatelli "Verso Gerusalemme"

Immagine
DACCAPO. MARCO, L'EVANGELO DEI RIPETENTI Itinerario di conoscenza, lettura, confronto ed attualizzazione  in video-conferenza  sul VANGELO di MARCO 

Credere dopo la crisi: in quale Dio crediamo?

Immagine
Quando qualcosa va a pezzi nella nostra vita , abbiamo anche l’occasione di guardare con occhi nuovi la realtà e di scendere più in profondità. Il più delle volte, anche se non è facile accorgersene subito, ogni crisi è anche un’opportunità. La pandemia da coronavirus ha certamente sconvolto la nostra vita e la vita del nostro pianeta. Essere stati messi dinanzi alla nostra fragilità, esposti al rischio di ammalarci, può mettere in dubbio l’eccessiva e presuntuosa sicurezza del nostro io, il nostro narcisismo e la pretesa di farcela da soli. Il tema della morte, che le nostre società occidentali hanno sempre più nascosto, evitato e fuggito, può costringerci a interrogarci sul significato della vita. La crisi di un modello e di uno stile di vita fortemente incentrato sull’idolatria della velocità, della produzione, di un progresso spesso inseguito senza criteri di giustizia e di attenzione per i deboli e per il creato, può anche suggerisci nuovi stili di vita, nella fraternità e nella s

Enzo Bianchi Commento Vangelo 18 aprile 2021

Immagine
Commento al Vangelo della domenica e delle feste  di Enzo Bianchi fondatore di Bose Gesù parla e cena con noi 18 aprile 2021 III domenica di Pasqua , anno B

Giancarlo Bruni "L’incontro di due seti"

Immagine
  14 aprile 2021 Dal Vangelo secondo Giovanni - Gv 4,1-15 ( Lezionario di Bose ) 1  Gesù venne a sapere che i farisei avevano sentito dire: «Gesù fa più discepoli e battezza più di Giovanni» -  2 sebbene non fosse Gesù in persona a battezzare, ma i suoi discepoli -,  3 lasciò allora la Giudea e si diresse di nuovo verso la Galilea.

Incontri del Martedì Programma 2020-2021 “sentirsi corpo”

Immagine
G li incontri del martedì sono un appuntamento importante del centro universitario padovano . rispondono al bisogno di far interagire la sapienza biblica con le domande e le attese del nostro tempo.  Per il 2020/21 viene proposto il tema del corpo. Ci pare che non si tratti solo di una proposta ma di una sfida, dal momento che siamo in un tempo nel quale alle ragioni del corpo non sempre viene dato ascolto.  Il corpo resta un grande sconosciuto, nonostante il culto del corpo caratterizzi la nostra società.

Lidia Maggi "La crisi e la parola"

Immagine
Martedì 9 marzo 2021 la pastora Lidia Maggi ha tenuto per la scuola biblica di Venezia  una conferenza "a distanza" sul tema “La crisi e la Parola. Il paradosso della crescita nel libro degli Atti”.  Lidia Maggi è biblista e pastora battista. Appartiene cioè a una confessione cristiana di tradizione riformata. Le è stato affidato un ministero biblico “itinerante” che la porta in giro per l’Italia per far conoscere le Scritture. Si occupa di formazione e di dialogo ecumenico. Collabora con diverse riviste cattoliche e protestanti ed è autrice di numerosi libri.

Enzo Bianchi "La ricchezza del naufrago"

Immagine
La Repubblica - 12 aprile 2021 di ENZO BIANCHI per gentile concessione dell’autore. Naufragium feci, bene navigavi , ho fatto naufragio, ma ho navigato bene. Questo ossimoro dei filosofi dell’antichità, giunto fino a noi soprattutto nella formulazione di Erasmo da Rotterdam, non solo presenta la nostra vita come un viaggio, ma mette un sigillo sul naufragio, sulla “crisi” che ha sorpreso il navigatore. La crisi prima o poi sopraggiunge per tutti, ci coglie anche in modo inaspettato e inedito, e non possiamo rimuoverla. Da più di un anno viviamo in una crisi della quale non vediamo ancora con certezza la fine, perché questa pandemia continua a condizionare in modo grave la nostra esistenza.

Massimo Recalcati "Alle radici del Cristianesimo"

Immagine
Massimo Recalcati   Alle radici del Cristianesimo   La Repubblica, giovedì 8 aprile 2021  Da più di trent’anni ascolto come psicoanalista il dolore delle persone. E da diversi anni sono ritornato a leggere e a studiare la Bibbia. La convinzione che ho maturato è che non sia la psicoanalisi ad illuminare il testo biblico, ma questo testo a costituire le sue più profonde e impensate radici. L’ebreo Freud e il cattolico, quanto meno di formazione, Lacan confermano ai miei occhi questa idea.

Rosanna Virgili "L’infinita pietà"

Immagine
Rosanna Virgili   L'Osservatore Romano   3 aprile 2021  Dalle Marie di Gesù all’infermiera di Cremona Tutti in Italia ricordano la foto-simbolo di quell’infermiera col capo riversato su una scrivania di una corsia dell’ospedale di Cremona, spossata dalla fatica del suo servizio. L’immagine di un abbandono che fa sentire il sapore di quel “sonno del giusto” di cui canta il Salterio.

Emanuele Borsotti "L’arsura della tua sete è il cammino"

Immagine
Emanuele Borsotti   Comunità di Bose   Lettera End Marzo Aprile 2021  28Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto, affinché si compisse la Scrittura, disse: «Ho sete».29Vi era lì un vaso pieno di aceto; posero perciò una spugna, imbevuta di aceto, in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. (Gv 19,28-29).

Enzo Bianchi: Il “bene” ed il “male”

Immagine
”Si Deus est, unde malum?”.  Durante questa pandemia abbiamo assistito a scene opposte di straordinaria generosità e di altrettanto straordinario egoismo. Ci siamo ritrovati sbattuta in faccia la realtà di un'esistenza umana fragile e precaria. Insieme al nostro ospite Enzo Bianchi , fondatore della Comunità di Bose, vogliamo dunque partire da qui per ragionare sul concetto di “bene” e “male”.  Giovedì 8 aprile 2021. 

Erri De Luca "Manda il tuo pane sopra i monti delle acque"

Immagine
In un tempo come questo, segnato da continue incertezze e da ricorrenti periodi di emergenza, risulta rasserenante la lettura degli scritti del saggio Qoèlet, un testo misterioso e intrigante incentrato su una lettura profonda della realtà. I temi della fraternità e della custodia del creato sono al centro della terza Meditazione online del Festival Biblico extra, grazie all’ascolto sempre acuto del testo ebraico sviluppato dallo scrittore Erri De Luca. L'incontro moderato da don Michele Marcato è organizzato dalla sede di Treviso del Festival Biblico. “Manda il tuo pane sopra i volti delle acque” (Qo 11,1) mercoledì 7 aprile 2021 .

Commenti Vangelo 11 aprile 2021 Seconda Domenica di Pasqua

Immagine
Abbazia di Pulsano Alberto Maggi Alberto Simoni Alessandro Dehò Antonio Savone Associazione il Filo Clarisse Sant'Agata Erio Castellucci Ermes Ronchi Ernesto Balducci Fabio Rosini Fernando Armellini Francesco Cosentino

Massimo Recalcati "Coronavirus, risorgere è possibile ma serve una comunità"

Immagine
Massimo Recalcati   Coronavirus, risorgere è possibile ma serve una comunità   La Stampa, Specchio, domenica 4 aprile 2021  Ora si vede la luce, dicono i virologi. Siamo all’ultimo miglio di buio. L’esperienza collettiva del trauma dell’epidemia ci ha trascinati in un abisso che non potevamo immaginare. Ma abbiamo imparato qualcosa?

Nascita e morte, cose di donne

Immagine
Chiara Giaccardi   L' Osservatore Romano   3 aprile 2021 Due miracoli collegati, soprattutto oggi che la pandemia imponendo l’isolamento accentua la solitudine La nascita è donna. Il miracolo della nascita non può avere luogo senza che il corpo della donna si faccia grembo accogliente e custode, fino al passaggio alla luce.

Credere dopo la crisi: le tre cose da fare

Immagine
L e crisi, nella nostra vita, semplicemente arrivano. La vita ci pone continui interrogativi e ci mette dinanzi a sfide sempre nuove, avventura da affrontare, situazione da vivere, sofferenze e traumi da elaborare e metabolizzare. Senza crisi non c’è vita ma, soprattutto, senza crisi non c’è nessuna crescita, nessuna trasformazione. Ogni crisi è una crepa che si apre dentro la nostra fragile storia, ma è anche vero che una nuova luce può entrare solo quando si apre una piccola fessura, quando il ritmo abituale e forse troppo statico della nostra vita viene in qualche modo scheggiato, provocato, spezzato o addirittura sconvolto. In quel momento abbiamo occasione di fermarci, di ripensare la nostra esistenza, di rileggere questa o quell’altra esperienza, di interpretare in modo nuovo le cose. È proprio quella l’ora della creatività, di una nuova fantasia, di ripartire in un modo nuovo. Con la crisi, la vita cambia. Quando qualcosa si è incrinato o spezzato, proprio allora può farsi spazi

Enzo Bianchi Commento Vangelo 11 aprile 2021

Immagine
Commento al Vangelo della domenica e delle feste  di Enzo Bianchi fondatore di Bose Il Risorto innanzitutto perdona e cancella i peccati 11 aprile 2021 II domenica di Pasqua (in albis) , anno B

Il ramo di issopo che unisce due Pasque

Immagine
Sui passi dell’Esodo a cura di  Rosanna Virgili RomaSette Mancano sette giorni  alla Pasqua e la conversione della morte di Gesù nella sua Risurrezione è tutta da accadere, anzi, comincia con la memoria liturgica dell’entrata di Gesù in Gerusalemme, osannato da voci festanti, unite in un coro di gioia.

Lidia Maggi "Basta un poco di zucchero"

Immagine
La pastora battista Lidia Maggi è ospite di “ Mary Poppins ” per parlare della Pasqua per i riformati, del suo particolare ministero itinerante che porta le Sacre Scritture tra i laici, della casa di Dumenza (VA) che è luogo di riflessione e d'accoglienza, della sua infanzia difficile e per rispondere alle domande ricorrenti della trasmissione.  Sabato 3 aprile 2021  Come teologa e biblista si occupa di formazione e di dialogo ecumenico, collabora con diverse testate cattoliche e protestanti, è responsabile della rivista “La Scuola domenicale”, ha pubblicato una quindicina di libri, studia le figure femminili della Bibbia, è attenta al ruolo delle donne nelle Chiese, è sposata con un pastore, ha quattro figli e non di rado è in Ticino a celebrare il culto. 

Ermes Ronchi: “Quell’arcobaleno negli occhi di Maria di Magdala”

Immagine
Ermes Ronchi intervistato da Giovanna Pasqualin Traversa Agensir 4 aprile 2021 E’ di nuovo Pasqua, la seconda in tempo di pandemia. Meno restrizioni dell’anno scorso, ma un senso di disillusione e di stanchezza. “L’anno scorso eravamo scioccati, quest’anno siamo più provati”, ha detto Papa Francesco all’Angelus della Domenica delle Palme.

Il Cenacolo di Leonardo da Vinci

Immagine
Il Cenacolo di Leonardo da Vinci è un capolavoro straordinario. Ma che cosa lo rende così eccezionale? Perché è stato così ammirato, in tutte le epoche? E perché ancora ai nostri giorni, nonostante appaia assai “rovinata”, quest’opera di 500 anni fa suscita tanta ammirazione e un fascino così grande?

Pablo d’Ors "Resurrezione. La fede ci spinge a correre"

Immagine
VP PLus  è il quindicinale online della rivista Vita e Pensiero . 1. Scrive l’evangelista Giovanni:  "Entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette". Ma cos’è che vide per credere? A cosa dovremmo credere noi per essere realmente uomini e donne di fede?

Massimo Recalcati "Pasqua, la vita oltre la Legge"

Immagine
Massimo Recalcati   Pasqua, la vita oltre la Legge   La Repubblica, sabato 3 aprile 2021  Il mistero della Pasqua cristiana coincide con l’evento della resurrezione di Cristo.

Luciano Manicardi "Violenza e mitezza" Omelia Venerdì Santo 2021

Immagine
  2 aprile 2021 Gv  18,1-19,37 Morte di Gesù di Luciano Manicardi Leggi tutto il brano del Vangelo Ogni venerdì santo ci ricorda che al cuore della fede cristiana e dei suoi racconti fondatori, i vangeli, vi è una storia di violenza. E una violenza non più solo accennata, non più sottile, non più celata malamente tra le pieghe del quotidiano – come pure più volte la Scrittura, oltre che l’esperienza quotidiana, ci mostra – ma sempre più imperversante, debordante, aggressiva, spregiudicata, impudica, una violenza che investe, come in un contagio o in un movimento di corruzione, tutti gli ambiti del quotidiano. E soprattutto si impadronisce di tutti gli ambiti di una persona: la psiche e il corpo, la mente e i sentimenti, la ragione e le emozioni. Fino a stravolgere la persona. Ma poi si impadronisce anche e determina le dinamiche di un gruppo: la violenza si deresponsabilizza facilmente quando è condivisa. E proprio nella irresponsabilità trova il suo terreno di coltura, la sua forza e

Gianfranco Ravasi "Una mano spettrale"

Immagine
Gianfranco Ravasi Jesus Marzo 2021 Mese quaresimale, marzo ci offre l’occasione per introdurre nella nostra galleria di raffigurazioni simboliche bibliche un libro particolare e una sua straordinaria pagina emozionante. Intendiamo riferirci al libro di Daniele che è stato collocato tra i cosiddetti «profeti maggiori», ma che in realtà è uno scritto apocalittico. Questo tipo di letteratura, popolare nel giudaismo antico, per esprimere un orizzonte trascendente e misterioso ricorreva a un linguaggio cifrato e a un arsenale simbolico variopinto. Il primato spettava alla visione o al sogno, un mezzo di espressione prezioso per creare caleidoscopi in cui il reale veniva trasfigurato in combinazioni inesauribili e ignote. Ma, prima di trattare questo aspetto, segnaliamo alcune altre costellazioni simboliche del libro.

Commenti Vangelo 4 aprile 2021 Domenica di Pasqua

Immagine
Abbazia di Pulsano Alberto Maggi Alberto Simoni Alessandro Dehò Antonio Savone Associazione il Filo Clarisse Sant'Agata Erio Castellucci Ermes Ronchi Ernesto Balducci Fabio Rosini Fernando Armellini Francesco Cosentino

Alberto Maggi "Pasqua inquieta"

Immagine
Su ilLibraio il biblista Alberto Maggi ripercorre i i giorni della morte: “Sommi sacerdoti e farisei che lo avevano definito un impostore e la resurrezione un inganno, mostrano in realtà di essere essi gli autori di un’’impostura peggiore della prima’…” I capi religiosi sono inquieti . Sono finalmente riusciti nel loro intento, eppure sentono che non è stato sufficiente assassinare il Nazareno.  Gesù è morto, è vero, ma essi sono agitati . Si rendono conto che non è bastato eliminare colui che li aveva denunciati come ladri, assassini e impostori. Eppure ormai il loro avversario non è che un cadavere che giace nel sepolcro, per cui non dovrebbero preoccuparsi.

Enzo Bianchi Commento Vangelo 3 aprile 2021

Immagine
Commento al Vangelo della domenica e delle feste  di Enzo Bianchi fondatore di Bose Prima alle donne discepole poi a Pietro 3 aprile 2021 Veglia Pasquale , anno B

Luciano Manicardi "Un corpo piegato per i fratelli" Omelia Giovedì Santo 2021

Immagine
  1 aprile 2021 Gv 13,1-15 La Cena del Signore di Luciano Manicardi 1  Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era venuta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine.

Le novità dal nostro canale youtube

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Enzo Bianchi "Se questo è un uomo"

Il Cenacolo di Leonardo da Vinci

Lidia Maggi "Lo Spirito ci guida ad aprirci all’altro, perché in ognuno è il soffio di Dio"

Massimo Recalcati "Alle radici del Cristianesimo"

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Massimo Recalcati "Alle radici del Cristianesimo"

Enzo Bianchi "La ricchezza del naufrago"

Enzo Bianchi "L’antidoto alla paura di Dio e della morte"

Incontri del Martedì Programma 2020-2021 “sentirsi corpo”