Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2010

Newsletter di Dimensione Speranza di Agosto 2010

Immagine
Area Famiglia, Giovani, Anziani affronta gli aspetti pastorali e sociali, la psicologia della famiglia e i problemi dell’età giovanile Il papà solo Ecco la nuova rivoluzione delle famiglie in Italia: aumentano gli uomini che in solitudine crescono un figlio. Leggi tutto Pubblicato in Aspetti Pastorali e Sociali 2050, anziani quasi raddoppiati. E spariranno due familiari su tre In Italia ci sono almeno 2,6 milioni di persone non autosufficienti, cioè non in grado, per disabilità legate alla salute, di badare a se stesse. Di queste, 2 milioni sono anziani. Leggi tutto Pubblicato in Aspetti Pastorali e Sociali Chi aiuterà gli anziani Nel 2025 in Italia avremo due milioni di anziani in più di oggi. Le statistiche dicono che i consumi sanitari di un settantenne sono circa il doppio di quelli di un quarantenne, quelli di un novantenne il triplo. Leggi tutto Pubblicato in Aspetti Pastorali e Sociali Dimensione Speranza è un sito dedicato al Cristianesimo in

Teologia e mistica della montagna biblica (Gianfranco Ravasi - L'Osservatore Romano)

Immagine
L'allenamento per chi vuole salire Tre monti nominati nella Bibbia hanno un rilievo, un'incidenza tutta particolare. Cominciamo col "monte Sion". Cominciamo di qui, anche se non è il primo dal punto di vista logico, non soltanto perché il monte Sion riassume in sé tutta la tensione verso l'alto delle pagine bibliche - come abbiamo potuto vedere anche attraverso lo sguardo che si leva verso l'alto e verso il monte, l'unico che può dare la salvezza - ma anche perché col monte Sion è stato identificato da parte della tradizione ebraica e cristiana prima e poi anche da parte di quella musulmana, un altro monte, che è radicale per tutte e tre le religioni monoteiste, ovvero il monte di Abramo, il monte Moria, monte che non è rintracciabile in nessun atlante. Faremo solo tre considerazioni essenziali. La prima:  l'identificazione tra Sion e monte Moria. Che cos'è il monte Moria? È per eccellenza il monte della fede. Sappiamo che nel r

XXIII domenica del tempo Ordinario Anno C 5 settembre 2010 (Enzo Bianchi)

Immagine
«Siccome molte folle andavano con lui, Gesù si voltò e disse…»: Gesù non esita a mettere in guardia i tanti che lo seguono, attratti dalla sua autorevolezza, e pone tutti di fronte alle esigenze radicali della sequela , anche a costo di scoraggiare chi si candida con troppa facilità a seguirlo (cf. Lc 9,57-62). Colpisce il fatto che questa preoccupazione di Gesù non sia la nostra: anzi, siamo così spesso in ansia per il numero basso, per la scarsità dei cristiani «praticanti»… Ebbene, per ben tre volte nel brano evangelico odierno Gesù parla di un’impossibilità («non può essere mio discepolo») e annuncia che vi sono alcune rinunce da compiere per vivere alla sua sequela, pena il fallimento della sequela stessa: rinunce però – diciamolo subito – che hanno senso solo se vissute liberamente e per amore di Gesù Cristo , non per costrizione o spirito di schiavitù, magari mascherato da virtù! Gesù dice innanzitutto: «Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre, la mogl

Lectio divina sui personaggi biblici (fra Vincenzo Boschetto): DAVIDE

Immagine
DAVIDE lectio (1Sam 16,1-13) 16, [1] Il Signore disse a Samuele: "Fino a quando piangerai su Saul, mentre io l'ho rigettato perché non regni su Israele? Riempi di olio il tuo corno e parti. Ti ordino di andare da Iesse il Betlemmita, perché tra i suoi figli mi sono scelto un re". [2] Samuele rispose: "Come posso andare? Saul lo verrà a sapere e mi ucciderà". Il Signore soggiunse: "Prenderai con te una giovenca e dirai: Sono venuto per sacrificare al Signore. [3] Inviterai quindi Iesse al sacrificio. Allora io ti indicherò quello che dovrai fare e tu ungerai colui che io ti dirò". [4] Samuele fece quello che il Signore gli aveva comandato e venne a Betlemme; gli anziani della città gli vennero incontro trepidanti e gli chiesero: "E' di buon augurio la tua venuta?". [5] Rispose: "E' di buon augurio. Sono venuto per sacrificare al Signore. Provvedete a purificarvi, poi venite con me al sacrificio". Fece pur

I sacramenti dell'iniziazione cristiana in Oriente (Manuel Nin L'Osservatore Romano)

Immagine
La vita in Cristo Il celebre trattato La vita in Cristo del teologo bizantino Nicola Cabasilas è strutturato a partire dalla mistagogia sui sacramenti dell'iniziazione cristiana, con l'aggiunta della consacrazione dell'altare. Nella tradizione liturgica delle Chiese orientali i sacramenti dell'iniziazione cristiana designano il battesimo, la cresima e l'eucaristia, amministrati insieme e per mezzo dei quali l'essere umano - appena nato o in età adulta - viene configurato  pienamente  a  Cristo  e inserito nella vita di grazia della Chiesa. Battesimo e cresima sono conferiti una sola volta poiché costituiscono l'essere e l'agire cristiano; l'eucaristia, data una prima volta come coronamento degli altri due - e a sua volta loro fonte - è ripetuta come sacramento di vita per ogni cristiano e per la Chiesa. Secondo la tradizione, i tre sacramenti sono conferiti in una stessa celebrazione, nel seguente ordine:  battesimo, che dà l&

Apocalisse di Giovanni di Claudio Doglio (introduzione e commento)

Immagine
NOTA L'acquisto on-line verrà gestito attraverso il sito LIBRERIA DEL SANTO . Nel caso l'articolo non sia disponibile per l'acquisto on-line, potete richiederlo telefonando al numero verde 800-019591 o inviando un fax allo 049-8225.688. Contenuto Ultimo dei libri del Nuovo Testamento, l'Apocalisse chiude il canone cristiano della Bibbia con una parola profetica che intende rivelare e far riflettere sul senso degli eventi storici nel proprio tempo.L'opera di Giovanni mira a infondere coraggio in mezzo alle persecuzioni e a sostenere l'impegno morale dei cristiani, p

Monastero Bose - Agenda settembre 2010

Immagine
AGENDA SETTEMBRE 2010 dal 30/08 fino a sabato 4 Corsi di ebraico biblico - primo livello LUDWIG MONTI   - secondo livello SABINO CHIALÀ - terzo livello RAFFAELA D'ESTE ______________________________________ __ mercoledì 8 - sabato 11 XVIII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa Comunione e solitudine ______________________________________ __ domenica 19 - ore 10.30 "Confronti" Passione per la musica, la bellezza, l'arte, la liturgia con ANDRÉ GOUZE S - ore 17.00 "Concerti Vesperali" MITO Settembre musica CANTICA SYMPHONIA GIUSEPPE MALETTO , direttore ______________________________________ __ Agenda Mensile del Monastero di Bose n. 24 - settembre 2010 - versione elettronica - estratto Agenda Ospitalità 9/2010 on-line VETRINA LIBRI E CD di Bose www.monasterodibose.it

29 agosto 2010 XXII DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Immagine
  Prima lettura: Sir 3, 17-18.20.28-29 Salmo Responsoriale: Dal salmo 67 Seconda lettura: Eb 12, 18-19.22-24a Vangelo: Lc 14, 1. 7-14 La porta stretta di cui parlava Gesù domenica scorsa viene oggi descritta con una serie di esempi ironici ed esigenti, nati dall’osservazione dei vizi di sempre. Non è facile mettere in sintonia la propria fede col proprio comportamento e se è vero, come dico spesso, che la fede non si riduce all’osservanza di un codice di comportamento, è altresì vero che se incontro davvero il Cristo la mia vita si orienta, cambia, evolve. Tutti si accorgono se il proprio collega si è innamorato, i suoi gesti cambiano! Siamo chiamati, ancora una volta, a vivere da salvati, senza mettere il comportamento come metro di giudizio, ma attingendo continuamente alla verità del vangelo per purificare il nostro cuore e i nostri atteggiamenti. Star Gesù annota il vizio diffuso tra alcuni suoi contemporanei,

La cappella Sistina del deserto (Rossella Fabiani - L'Osservatore Romano)

Immagine
L'arte rupestre dello Wadi Sura, la valle delle immagini È stato definito la Cappella Sistina del deserto, e quando a usare questa immagine è Barbara Barich, docente di etnografia preistorica dell'Africa all'università La Sapienza di Roma, che notoriamente è parca di complimenti, si può essere sicuri che non è un'esagerazione. Oggetto di tale meraviglia è il Gilf Kebir (letteralmente, la grande barriera) un enorme bastione scolpito nell'arenaria che si incontra nel punto più meridionale dell'Egitto, ai confini con la Libia da un lato, e il Sudan dall'altro:  una regione difficilmente accessibile in gran parte inesplorata e totalmente disabitata. Ma nel passato le genti che provenivano dal Sahara spesso si sono trovate davanti questo grande sbarramento nel loro cammino verso l'acqua, il Nilo, che sin dai tempi più antichi rappresentò un richiamo vitale. Le valli dei suoi antichi corsi d'acqua (wadi) nascondono le tracce degli abit

XXII domenica del tempo Ordinario Anno C 29 agosto 2010 (Enzo Bianchi)

Immagine
Un giorno di sabato, mentre Gesù è a pranzo presso un capo dei farisei, «osservando come gli invitati scelgono i primi posti, dice loro una parabola…». Gesù osserva attentamente gli eventi quotidiani in cui è immerso, traendone preziosi insegnamenti: la sua sapienza, oltre che dalla relazione di fede con il Padre, nasce dalla sua adesione alla realtà ; anzi, egli è capace di narrare l’agire di Dio proprio a partire dagli avvenimenti più ordinari, compresi dal suo cuore che sa ascoltare (cf. 1Re 3,9). In questo caso Gesù narra una parabola con cui mette in guardia dal protagonismo di chi cerca i primi posti nei banchetti, rischiando di essere retrocesso all’ultimo posto dal padrone di casa, qualora arrivi un ospite più ragguardevole di lui (cf. Pr 25,6-7). Gesù conosce la smania umana di primeggiare, quella di chi «ama i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti» (Lc 20,46), spesso semplicemente per apparire potente agli occhi altrui. Per questo ammoni

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Massimo Recalcati "Nelle menti deviate dal sospetto"

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Enzo Bianchi "Insieme a Papa Francesco"

Quale Chiesa verrà?

"Qohélet, un filosofo per i nostri giorni?"