Luciano Manicardi

stampa la pagina

Nato nel 1957 a Campagnola Emilia (RE), si è laureato a Bologna con una tesi sul Salmo 68. È entrato nella comunità monastica di Bose nel 1980, dove ha continuato gli studi biblici. È Vice Priore e il responsabile della formazione culturale dei novizi all'interno della comunità. Collabora a diverse riviste, tra cui Parola Spirito e Vita. Attento all'intrecciarsi dei dati biblici con le acquisizioni più recenti dell'antropologia, riesce a far emergere dalla Scrittura lo spessore esistenziale e la sapienza di vita di cui è portatrice. Il 26 gennaio 2017, a seguito delle dimissioni di Enzo Bianchi, è stato eletto priore della comunità monastica di Bose. Ecco il primo comunicato emesso qualche giorno dopo.

Fra le sue opere ricordiamo:
(con Enzo Bianchi) La carità nella chiesa, Qiqajon, Comunità di Bose 1991;
(con Enzo Bianchi) Magnificat. Benedictus. Nunc Dimittis, Qiqajon, Comunità di Bose 1991;
(con Enzo Bianchi) Accanto al malato. Riflessioni sul senso della malattia e sull'accompagnamento dei malati, Qiqajon, Comunità di Bose 2000;
Nelle tenebre una luce. Itinerari di vita nella sofferenza, CVS, Roma 2004;
Il corpo. Via di Dio verso l'uomo, via dell'uomo verso Dio, Qiqajon, Comunità di Bose 2005;
(con Guido Dotti) Una vita ricca di senso, Elledici, 2005;
L'umano soffrire. Evangelizzare le parole sulla sofferenza, Qiqajon, Comunità di Bose 2006.


Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Enzo Bianchi "Le parole giuste del Natale diverso"

Massimo Recalcati "La paura dell’antidoto e il senso della comunità"

Enzo Bianchi "La lezione dell’asino"

Articoli casuali

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Alberto Maggi "La Chiesa e l’attrazione per le dittature"

Luca Mazzinghi "Il Qohelet: un saggio della Bibbia tra realismo e fede"