Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

C.Kairos 2 dicembre 2012 Prima Avvento

Immagine
Lectio I Domenica di Avvento La lectio della settimana:  Lc 21,25-28.34-36 [...] Questa vigilanza a cui siamo chiamati si esplica per l’evangelista Luca in un atteggiamento costante di preghiera, imitando Gesù che coltivava il suo rapporto filiale col Padre, perchè il Regno è desiderio di Dio, è invocazione incessante:“Venga il Tuo Regno” (Lc 11,2), “Vieni, Signore Gesù ” (Ap 22, 20). Certamente la preghiera non si sostituisce all’azione volta a rendere presente il vangelo nel mondo mediante la testimonianza esplicita. Tuttavia essa rappresenta l’atteggiamento fondamentale del credente che sta di fronte al suo Signore e trova in Lui la forza per attuare nella storia il Suo progetto di salvezza in un amoroso dialogo che diventa luce per chi cerca il Suo Volto. Fonte:  comunitakairos

Doglio - 2 dicembre 2012 Prima Avvento

Immagine

Ronchi - 2 dicembre 2012 Prima Avvento

Immagine
Tempo di Avvento, viene il Liberatore In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina (...).

Incontri dialogati sul Cristianesimo

Immagine
Andrés TORRES QUEIRUGA,  Un Dio per oggi        6 settembre 2012       Giancarlo BRUNI,   Quale immagine di Dio       4 Ottobre  2012 Fonte:  ilcampoalba

Bianchi 2 dicembre 2012 Prima Avvento

Immagine
I DOMENICA DI AVVENTO  2 dicembre 2012 Dal Vangelo secondo Luca (Lc 21,25-28.34-36) Commento di Enzo Bianchi

Manicardi - 2 dicembre 2012 Prima Avvento

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 2 dicembre 2012 Anno C Ger 33,14-16; Sal 24; 1Ts 3,12-4,2; Lc 21,25-28.34-36 La prospettiva escatologica al cuore delle tre letture bibliche illumina di luce particolare nel testo di Geremia la fede, cioè la fiducia nel compimento delle promesse di Dio; nella seconda lettura la carità, in cui tutti i credenti sono chiamati a crescere; e nel vangelo la speranza, la speranza della venuta del Signore che i cristiani nutrono anche di fronte a eventi catastrofici e di contraddizione.

2 dicembre 2012 Prima Avvento

Immagine
Testo e audio su cercoiltuovolto

Il Campo Alba: Gesù Cristo oggi. (G. Bruni)

Immagine
Associazione Il Campo Alba   a Saint Jacques  il 10 novembre 2012 a casa Favre per fare memoria di don Michele , in occasione dell’anniversario della  sua morte. Giancarlo Bruni  traccia alcune linee di riflessione sul tema: “Gesù Cristo oggi. Gesù Cristo chi è? E noi chi siamo?”.  

Uomini e Profeti (Silvia Giacomoni)

Immagine
Articolo tratto da cercoiltuovolto Lo scriba discepolo del regno dei cieli – Matteo 13; 16 - con  Silvia Giacomoni domenica 25 novembre 2012 Ancora il Vangelo di Matteo, il più “ebraico” dei quattro evangeli, tanto che qualcuno afferma che sia egli stesso lo “scriba divenuto discepolo del regno dei cieli simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche”. Ancora uno sguardo diverso sul Vangelo di Matteo: quello di  Silvia Giacomoni,  che è autrice di una “riscrittura” di Matteo, in cui, di tanto in tanto, si lascia andare a immaginare che cosa Matteo “avrebbe potuto aggiungere”. In questa puntata ancora riflessioni sul “regno” e su una domanda fondamentale di Gesù ai suoi discepoli: “Ma voi, chi dite che io sia?”. Podcast:  Esegui in una Nuova Finestra |  Scarica  (Durata: 44:31 — 30.6MB) FONTE: RADIO RAI 3 – FILE REAL MEDIA

Il Concilio e il nostro tempo (Enzo Bianchi)

Immagine
VENEZIA  Basilica dei Frari  Chorus cultura  Il Concilio e il nostro tempo 22 novembre 2012

Nicolini: Conversazioni per un Catechismo Laico

Immagine

Savone - Omelia XXXIV T.O. 25 novembre 2012

Immagine
SOLENNITÀ DI N.S. GESÙ CRISTO, RE E SIGNORE DELL’UNIVERSO - domenica 25 novembre 2012 Un modo altro di stare al mondo… “Dunque tu sei re?”. Aveva tutte le ragioni, Pilato, per porre una simile domanda a quell’imputato che tutto sembrava tranne che un re. La mattina era cominciata proprio male. Gli avevano portato un vero e proprio poveraccio sulla cui testa pesava l’accusa di essere un contro Cesare. Pilato non riusciva a tenere insieme il capo di accusa – “re dei giudei” – e la scena che aveva sotto gli occhi – “re del silenzio”. Come può essere re uno che non ribatte ad alcuna delle accuse che gli sono rivolte e non teme per la sua stessa sopravvivenza? Da che mondo è mondo, nessuno esercita il suo potere così, con mitezza, con pazienza, quasi con una sorta di indifferenza. Può davvero capeggiare una rivolta e mettersi contro Cesare uno che neppure è in grado di difendere se stesso e le sue pretese? D’altronde proprio il modo di intendere ed esercitare l’autorità da parte di

Bruno Maggioni - L'inizio e il cuore della fede

Immagine
Fonte:  achab Mons. Bruno Maggioni - 16 Ottobre 2012 L'inizio della fede  Ascolta Mons. Bruno Maggioni - 17 Ottobre 2012 Il cuore della fede  Ascolta    

C.Kairos 25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine
Lectio XXXIV Tempo Ordinario La lectio della settimana:  GV 18, 33-37 [...] Gesù regna non mediante la potenza ma solo con la parola e la verità e sono suoi sudditi solo coloro che accettano nella fede tale verità. È il mistero di un re che è venuto per servire e non per essere servito, un re che è venuto a dare la vita anche a costo della sua, un re che rifiuta ogni forma di imposizione. Ecco perché la regalità di Cristo si manifesta chiaramente nella passione e pienamente e definitivamente sulla croce. Fonte:  comunitakairos

Ronchi - 25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine
La regalità di Cristo è pienezza d'umano In quel tempo, Pilato disse a Gesù: «Sei tu il re dei Giudei?». Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?». Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù». Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re (...)».

Bruni - 25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Dn 7,13-14; Ap 1,5-8; Gv 18,33b-37. «Tu lo dici: io sono re. Il mio regno non è di questo mondo» 1. Re nell’antichità era colui che deteneva il potere legislativo, giudiziario e esecutivo, colui che reggeva la vita di un popolo. Era il monarca, il solo a governare.

Bianchi 25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine
XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO  25 novembre 2012 Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 18,33b-37) Commento di Enzo Bianchi

Manicardi - 25 novembre 2012 XXXIV tempo O.

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 25 novembre 2012 Anno B Dn 7,13-14; Sal 92; Ap 1,5-8; Gv 18,33b-37 L’anno liturgico si conclude con una celebrazione del Cristo risorto e asceso al cielo che dal Padre ha ricevuto ogni potere in cielo e in terra e stende la sua signoria sull’intero universo.

25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine
Testo e audio su cercoiltuovolto

Doglio - 25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine

Casati - 25 novembre 2012 XXXIV Tempo Ordinario

Immagine
Dn 7, 13-14 Ap 1, 5-8 Gv 18, 33b-37 Forse c'era un desiderio di capire in Pilato. E forse per questo Gesù, che ha taciuto davanti alle autorità del Sinedrio, qui parla, a Pilato parla, quasi gli riconoscesse quel desiderio di capire.

Savone - Omelia XXXIII T.O. 18 novembre 2012

Immagine
domenica 18 novembre 2012 La storia di cui siamo protagonisti, mentre restituisce piuttosto frequentemente i tratti della drammaticità, non poche volte evidenzia altresì tutta la nostra impotenza a determinare un diverso corso degli eventi. Chi di noi, infatti, può stabilire con esattezza cosa ci attende nelle prossime ore? Per quanto prendiamo impegni, fissiamo appuntamenti, chi di noi può garantire con matematica certezza che senz’altro li onoreremo? La sapienza antica, consapevole di questo, amava precisare: “se Dio vuole!” Come a riconoscere, una volta di più, che davvero non possiamo disporre di nulla da noi soltanto e che non tutto è in nostro potere. maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011 Antonio Savone   svolge il suo ministero presbiterale come parroco della Parrocchia SS. Trinità in Tramutola (PZ).  Ha pubblicato tre raccolte di omelie: Come albero (Anno A), Lungo la via (Anno B), Imprevedibili i passi di Dio (A

Internet e il servizio della Parola di Dio

Immagine
Tesi di teologia pastorale di Paolo Curtaz   Internet e il servizio della Parola di Dio: analisi critica di alcune omelie presenti nei maggiori siti web cattolici italiani.  Si suddivide in:    1. introduzione   2. l'omelia: definizione di criteri di validità   3. analisi dei testi, con analisi di omelie di Mons. Vincenzo Paglia, Ermes Ronchi e Mons. Antonio Riboldi   4. considerazioni generali conclusive. Visualizza la tesi di  Paolo Curtaz Fonte:  qumran2.net

Dialoga con Enzo Bianchi - 21 novembre alle 15.30

Immagine
Il 21 novembre 2012 alle ore 15,30  collegati alla Fanpage ufficiale di Famiglia Cristiana  ( http://www.facebook.com/famigliacristiana ),  diretta con Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose.   Tema della discussione: le tentazioni.

C.Kairos 18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine
Lectio XXXIII Tempo Ordinario La lectio della settimana:  Mc 13, 24-32 [...]Dall’albero del fico i discepoli impareranno –e noi con loro- a scrutare i segni di questo tempo. L’estate della nuova vita, che ancora è invisibile e non ancora compiuta, è tuttavia già presente in piccoli e discrete foglie che già con chiarezza ne annunciano l’arrivo. Soltanto se l’uomo riconosce Cristo, Parola del Dio vivente, quale riferimento principale della sua vita, potrà accedere alla bella stagione estiva della Resurrezione ed incamminarsi così, al suo seguito, sulla strada che lo porterà fino all’estremità del cielo, fino a risplendere un giorno con Lui “come le stelle per sempre” (Dn 12,3). Fonte:  comunitakairos

Ronchi - 18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine
Il tesoro di bontà del nostro tempo In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall'estremità della terra fino all'estremità del cielo. [...] Quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte [...].».

Bruni - 18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Dn 12,1-3;Eb 10,11-14.18; Mc 13,24-32. «Il Figlio dell’uomo radunerà i suoi eletti dai quattro venti» 1. Le domande sulla origine del mondo, le cose prime o protologia, e sulla fine del mondo, le cose ultime o escatologia, accompagnano da sempre il cammino dell’uomo corredandolo di risposte date dalle visioni religiose, dalle riflessioni filosofiche e dalle ipotesi scientifiche.

Pane della terra (Enzo Bianchi)

Immagine
Enzo Bianchi  Pane della terra  Festival  filosofia  2011   Modena 16 settembre 2011

Doglio - 18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine

Bianchi 18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine
XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO  18 novembre 2012 Dal Vangelo secondo Marco (Mc 13,24-32) Commento di Enzo Bianchi

Manicardi - 18 novembre 2012 XXXIII tempo O.

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 18 novembre 2012 Anno B Dn 12,1-3; Sal 15; Eb 10,11-14.18; Mc 13,24-32 Prima lettura e vangelo contengono un messaggio escatologico: Daniele annuncia il tempo della resurrezione e il vangelo l’evento della venuta gloriosa del Figlio dell’uomo. In entrambi i testi l’evento annunciato è al contempo di giudizio e di salvezza.

18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine
Testo e audio su cercoiltuovolto

Goffredo Boselli - Il tempo luogo della salvezza

Immagine
63 a  Settimana Liturgica nazionale Marsala agosto 2012 28 agosto 2012 Boselli Il tempo luogo della salvezza

Piero Stefani

Immagine
Piero Stefani di newsrimini Prof. Piero Stefani, biblista e studioso di Ebraismo, Visiting Professor all’ISSR “A. Marvelli”. Interviene su: l’essenza dell’ebraismo, il dialogo interreligioso, la Shoà, l’ebraismo contemporaneo e Gesù ebreo.

Casati - 18 novembre 2012 XXXIII Tempo Ordinario

Immagine
Dn 12,1-3 Eb 10,11-14.18 Mc 13,24-32 "Vedranno il Figlio dell'Uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria". E ancora: "sappiate che è vicino, alla porta".

Savone - Omelia XXXII T.O. 11 novembre 2012

Immagine
domenica 11 novembre 2012 Quando la vita diventa una recita e Dio è usato solo come copertura per il proprio bisogno di essere riconosciuti… maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011 Antonio Savone   svolge il suo ministero presbiterale come parroco della Parrocchia SS. Trinità in Tramutola (PZ).  Ha pubblicato tre raccolte di omelie: Come albero (Anno A), Lungo la via (Anno B), Imprevedibili i passi di Dio (Anno C). I testi si possono richiedere direttamente all'autore:  info@acasadicornelio.it

La morte del prossimo (Luigi Zoja)

Immagine
La dittatura della tecnologia   di Luigi Zoja in  L'Unità del 8 novembre 2012 Due le cause alla base dell'estraneazione contemporanea: l'anonimato della civiltà di massa e la tecnologia che rende gli esseri umani dipendenti, riducendo la loro capacità di comunicare "Per millenni, un doppio comandamento ha retto la morale ebraico-cristiana: ama Dio e ama il prossimo tuo come te stesso. Alla fine dell'ottocento, Nietzsche ha annunciato: Dio è morto. Passato anche il Novecento, non è tempo di completare quella affermazione? È morto anche il prossimo. (...) Nella complessità delle tecniche e della società urbana l'esperienza della vicinanza sembra svanire per sempre. Fonte: finesettimana

C.Kairos - 11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine
Lectio XXXII Tempo Ordinario La lectio della settimana:  Mc 12, 38-44 [...]  E’ oggi superato tutto ciò? Si è oggi in grado di riconoscere che i pochi spiccioli di un povero valgono molto più delle somme (e delle altre forme di elargizione) che i ricchi e potenti possono assicurare al mondo cattolico? E la Chiesa di oggi non ha proprio nulla a che spartire con gli scribi contro cui si scaglia Gesù? [...] Vi è forse ancora molta strada da fare, e solo una fede salda come quella della vedova, che versa tutto ciò che è a sua disposizione, fiduciosa che il Padre si prenderà comunque cura di lei, consentirà di rendere presente quel volto misericordioso del Padre che difficilmente la potenza e la ricchezza sapranno mai svelare. Fonte:  comunitakairos

Ronchi - 11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine
Non conta quanto ma il modo, il cuore con cui si dona In quel tempo, Gesù [nel tempio] diceva alla folla nel suo insegnamento: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze, avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti. Divorano le case delle vedove e pregano a lungo per farsi vedere. Essi riceveranno una condanna più severa». [Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo. Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere».]

Bruni - 11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  1 Re 17,10-16; Eb 9,24-28; Mc 12,38-44 «Questa vedova, nella sua povertà, ha dato tutto quello che aveva» 1. Il gesto dell’obolo della vedova, su cui soffermiamo l’attenzione, è episodio in assoluto decisivo per la comprensione dell’intero scritto di Marco. Ne è una chiave di lettura, non a caso collocata tra la conclusione delle controversie di Gesù al tempio e sul tempio (Mc 11,27-12,40) e la profezia silla distruzione del tempio (Mc13), con la proclamazione del Cristo pietra scartata divenuta pietra d’angolo di una nuova costruzione.

Lo Spirito del sorriso: Gesú ride? (M. Cacciari)

Immagine
video rimosso Evento organizzato dalla Parrocchia di S. Maria di Costantinopoli di Avellino in collaborazione con la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale e con l'Istituto Superiore di Scienze Religiose S. Giuseppe Moscati di Avellino.

Doglio - 11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine

Bianchi - 11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine
XXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO  11 novembre 2012 Dal Vangelo secondo Marco (Mc 12,38-44) Commento di Enzo Bianchi

Manicardi - 11 novembre 2012 XXXII tempo O.

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 11 novembre 2012 Anno B 1Re 17,10-16; Sal 145; Eb 9,24-28; Mc 12,38-44 Prima lettura e vangelo hanno molteplici richiami reciproci: la povertà come spazio di libertà (non si è tesi a difendere ciò che si possiede) che consente il dono; il rischio e la benedizione del donare (dare tutto ciò che si possiede espone alla morte, ma diviene fonte di vita); il vero dono non è dono di qualcosa, ma simbolizza il dono di sé, il dono della vita. In quest’ottica, anche la seconda lettura, che parla dell’offerta che Cristo ha fatto di sé una volta per tutte, può rientrare nell’unità del messaggio delle letture di questa domenica.

11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine
Testo e audio su cercoiltuovolto

La fede: esperienza umana e del divino (L. Monti)

Immagine
Ascolta/scarica la catechesi di Ludwig Monti  sul sito  azione cattolica forlì

Le parabole evangeliche (Germano Galvagno)

Immagine
Calendario incontri: Domenica 7 ottobre 2012: «Il senso delle parabole di Gesù» (Mt 13,10-17) - don Sandro Giraudo Domenica 4 novembre: «Le due case» (Mt 7,24-27) - don Germano Galvagno  Domenica 2 dicembre: «Il grano e la zizzania» (Mt 13,24-30.36-43) - don Roberto Repole Domenica 3 febbraio 2013: «Il grande banchetto» (Mt 22,1-14) - Morena Baldacci Domenica 3 marzo: «Il tesoro e la perla» (Mt 13,44-46) - don Paolo Tomatis Domenica 7 aprile: «Gli operai nella vigna» (Mt 20,1-16) - don Gianluca Carrega Domenica 6 maggio: «La magnanimità del padrone e la durezza del servo» (Mt 18,21-35) - don Giovanni Ferretti Schema ulteriori informazioni  QUI Fonte:  sanlorenzo.torino

Un orizzonte comune. La communitas (E. Bianchi)

Immagine
Centro San Domenico, Bologna.  Ciclo "I Martedì di San Domenico".  25 maggio 2010

Casati - 11 novembre 2012 XXXII Tempo Ordinario

Immagine
1Re 17,10-16 Eb 9,24-28 Mc 12,38-44 Siamo sul finire dell'anno della liturgia. E tra gli ultimi fotogrammi, prima del discorso sulla fine del mondo, immagine da custodire, il volto della vedova povera del Vangelo.

Memoria dei morti (Omelia di Enzo Bianchi)

Immagine
Fonte: monasterodibose  Bose, 2 novembre 2012  Omelia  di ENZO BIANCHI    La memoria di oggi è la memoria veritiera, profonda della vita sulla terra. Ogni creatura terrestre nasce, viene al mondo, vive e poi muore. Questo avviene in ritmi diversi, che possono essere epoche o pochissimi giorni, registrati nel tempo, nel  chrónos  che scorre, ma questo avviene attraverso la fine, attraverso la morte.

Savone - Omelia XXXI T.O. 4 novembre 2012

Immagine
domenica 4 novembre 2012 Era sincero lo scriba, a differenza di quelli del suo gruppo che finora non avevano fatto altro che tendere insidie per trovare un capo di accusa nei confronti di Gesù. Non così l’uomo che chiede a Gesù che cos’è ciò per cui vale la pena vivere e ciò per cui vale la pena morire. Che cos’è che conta davvero? maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011 Antonio Savone   svolge il suo ministero presbiterale come parroco della Parrocchia SS. Trinità in Tramutola (PZ).  Ha pubblicato tre raccolte di omelie: Come albero (Anno A), Lungo la via (Anno B), Imprevedibili i passi di Dio (Anno C). I testi si possono richiedere direttamente all'autore:  info@acasadicornelio.it

La nuova Bibbia Salani (Silvia Giacomoni)

Immagine
“Davanti alla Bibbia diventiamo tutti bambini” La Bibbia è un libro (o meglio una serie di libri) che racconta le avventure e le disavventure di Dio e di Israele. Allora questo libro che il lettore ha tra le mani racconta forse l'altro libro? In tal caso, presentandolo qui, sia pure in breve, racconteremmo il racconto di un racconto. Le cose sono più semplici e più complicate. Silvia Giacomoni ha fatto qualcosa di molto diverso: come Alice è entrata nello specchio, lei è entrata nel mondo raccontato dalla Bibbia, si è mescolata a quelle persone, ha parlato con loro, ha vissuto quelle vicende, ha pensato quegli infiniti pensieri narrati dalla Bibbia. E ora torna fra noi e ci racconta tutto.   "Per parlare della Bibbia si possono usare moltissimi attributi, ma definirla 'divertente' sembra fuori luogo. Invece Silvia Giacomoni è riuscita a darci una sua lettura che avvince e, molte volte, diverte." Cesare Segre, Corriere della Sera "L’Antico Testame

Bruni - 4 novembre 2012 XXXI Tempo Ordinario

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Dt 6,2-6; Eb 7,23-28; Mc 12,28-34 «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza. Amerai il tuo prossimo come te stesso» 1. Marco ama annotare la predilezione di Gesù per gli incontri personali, con l’emorroissa al di là dell’anonimato della folla (Mc 5,31-32), con l’uomo ricco e con il cieco Bartimeo al di là delle condizioni sociali (Mc 10.21.51-53), con chi lo attornia al di là del clan parentale (Mc 3,31-35), con uno zelota di nome Simone (Mc 3,18; Lc 6,15) e di un pubblicano di nome Levi (Mc 3,14) al di là delle appartenenze politico-religiose. Infine, come riferisce il brano evangelico di oggi, con uno scriba verosimilmente fariseo al di là del movimento di cui egli fa parte.

Ronchi - 4 novembre 2012 XXXI Tempo Ordinario

Immagine
Amare Dio per amare l'umanità In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?». Gesù rispose: «Il primo è: "Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l'unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima [...]". Il secondo è questo: "Amerai il tuo prossimo come te stesso". Non c'è altro comandamento più grande di questi».

Savone - Omelia Ognissanti 1 novembre 2012

Immagine
TUTTI I SANTI - 1 novembre 2012 Attendo sempre con gioia questa festa. Ogni anno di più, lo confesso. Mi fa respirare a pieni polmoni perché ancora una volta mi riconcilia con una convinzione, quella cioè che da una parte vale la pena vivere del vangelo e per il vangelo e, dall’altra, che non è possibile conoscere la verità del vangelo, non è possibile fare esperienza di Dio, di Gesù Cristo senza far riferimento alla testimonianza della vita dei suoi discepoli. Se qualcosa di lui possiamo conoscere lo dobbiamo a tanti fratelli e sorelle che nel corso del tempo sono rimasti fedeli al vangelo. I più neanche riconosciuti ufficialmente: la canonizzazione, infatti, tocca qualche migliaio di persone, il paradiso, invece, lo raggiunge una moltitudine immensa che nessuno può contare, di ogni nazione, razza, popolo e lingua. maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011 Antonio Savone   svolge il suo ministero presbiterale come parroco del

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Enzo Bianchi" La sofferenza rende cattivi. Ho comprensione per l’eutanasia"

Chiara Giaccardi "Il profilo della Carrà. Nell'arte di Raffaella il volto di chi sa essere accogliente"

Enzo Bianchi "Il compito dell’insegnante"

Enzo Bianchi "Una grave crisi aleggia sulla Chiesa"

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Intervista con Timothy Radcliffe: CRISTIANI, TORNATE A RISCHIARE TUTTO

Enzo Bianchi "Fare niente per sentirsi vivi"

Luigi Maria Epicoco "Non di solo fare vivrà l’uomo"