Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

La parola della domenica 1 Luglio 2012 (Casati)

Immagine
Sap 1, 13-15; 2,23-24 2 Cor 8, 7.9.13-15 Mc 5, 21-43 Sono molte, troppe le emozioni alla lettura di questo brano del Vangelo di Marco, dove vengono narrati due miracoli di Gesù a incastro. E già ci sarebbe da dire sul "perché" di questo incastro di miracoli.

Commento alle letture 1 luglio 2012 (G.Bruni)

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Sap 1,13-15; 2,23-24; 2 Cor 8,7.9.13-15; Mc 5,21-43. «Se riuscirò anche solo a toccare le sue vesti, sarò salvata» 1. Ancora miracoli per dire che non il loro numero e neppure la loro straordinarietà devono attirare l’attenzione, ma il «chi» essi vogliono rivelare e il «che cosa» essi vogliono indicare.

Riflessioni sulle letture 1 luglio 2012 (Manicardi)

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 1 luglio 2012 Anno B Sap 1,13-15; 2,23-24; Sal 29; 2Cor 8,7.9.13-15; Mc 5,21-43 La volontà di Dio è la vita degli uomini (I lettura) e Gesù manifesta tale volontà guarendo una donna la cui vita era ormai sequestrata dal suo male e risuscitando una giovane già preda della morte (vangelo). Il contrasto tra vita e morte, presente nelle due letture, chiede all’uomo di accedere alla fede per ottenere liberazione, salvezza, pienezza di vita (vangelo).

Commento alle letture 1 luglio 2012 (Doglio)

Immagine

Commento al Vangelo 1 luglio 2012

Immagine
Testo e audio su cercoiltuovolto

Lectio divina 1 luglio 2012 (Abbazia Pulsano)

Immagine
Fonte:  abbaziadipulsano Audio   scarica Lectio divina da leggere   scarica Letture patristiche   scarica

Fede e identità cristiana nel mondo contemporaneo (Enzo Bianchi)

Immagine
Il 27 marzo 2012 Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose, ha presentato una relazione su "Fede e identità cristiana nel mondo contemporaneo" . L'incontro si è tenuto presso l'associazione Cultura & Sviluppo.  Ascolta Enzo Bianchi . Fonte:  catechesialessandria

Il Signore fa grazia (Enzo Bianchi)

Immagine
Fonte: monasterodibose 24 giugno 2012 Dare senso al tempo E’ appena iniziata l‘estate, ed ecco la festa della natività di Giovanni il Battista, una ricorrenza antichissima, già celebrata da sant’Agostino in Africa. Accanto a Maria, la madre del Signore, Giovanni il Battista è il solo santo di cui la chiesa celebri non solo il giorno della morte, il dies natalis alla vita eterna, ma anche il dies natalis in questo mondo: di fatto, Giovanni è il solo testimone di cui il Nuovo Testamento ricorda la nascita, così intrecciata con quella di Gesù.

Mutazioni:ogni cosa alla sua stagione (E. Bianchi)

Immagine
Assisi, venerdì 2 settembre 2011  RELIGIONI "Mutazioni:ogni cosa alla sua stagione"

Omelia San Giovanni Battista (Antonio Savone)

Immagine
domenica 24 giugno 2012 La natività di Giovanni Battista ci suggerisce una sorta di pellegrinaggio dello spirito nei luoghi della sua vita così da cogliere la provocazione della sua figura ancor prima della sua parola. Quella del Battista deve essere stata una scuola tutta singolare se persino Gesù, il Figlio di Dio, ha sentito il bisogno di frequentarla, con compagni di classe che non erano certi della Gerusalemme o della Nazaret bene: pubblicani e peccatori. maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

Il cammino di fede di Giovanni Battista (Savone)

Immagine
IL CAMMINO DI FEDE DI GIOVANNI BATTISTA Se lo volete accettare: Giovanni è da accettare se vogliamo provare ad accogliere il mistero di Dio nella nostra storia. In che senso da accettare? Nel senso che la sua profezia non è mai conclusa. Giovanni è colui che continuamente prepara la visita di Dio nella nostra vita. Egli ha inaugurato un nuovo tipo di profezia, quella cristiana, che non consiste nell’annunciare una salvezza futura, ma nel rivelare una presenza nascosta, la presenza di Cristo: “In mezzo a voi c’è uno che non conoscete!” . Giovanni è chiamato a strappare il velo dagli occhi della gente, è chiamato a gridare: “Ma non ve ne accorgete?” . maggiori informazioni ... Leggi anche le   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

Commento al vangelo 24 giugno 2012 (R. Gravel)

Immagine
Un vero patrono! (Raymond Gravel) in www.lesreflexionsderaymondgravel.org ” del 20 giugno 2012 (traduzione:  www.finesettimana.org )                       leggi il testo   120620gravel.pdf Natività di San Giovanni Battista "In fondo, Giovanni Battista ha denunciato la religione sclerotizzata del suo tempo e la corruzione diffusa tra i capi. Fu un grande profeta... [nel momento] in cui una crisi sociale imperversa, colpendo i giovani, gli indignati di tutte le età, abbiamo bisogno di altri Giovanni Battista per ricordare ai nostri governanti che stanno andando verso una via senza uscita"

Commento alle letture 24 giugno 2012 (Doglio)

Immagine

Lectio ciclo 2011-2012 (Paolo Bizzeti)

Immagine
Ci sono tanti Gesù Cristo in circolazione: qual è il tuo e qual è quello del Vangelo? Otto incontri con il dottor Luca di Antiochia per guarire dalla malattia comune a religiosi e atei. p. Paolo Bizzeti sj Lectio 16.10.2011 – Il comandamento fondamentale riguarda l’immaginario . Lectio 20.11.2011 – Dal tempio ad una casa comune, dal sacro al profano, dal centro alla periferia, dai sacerdoti ai laici … . Lectio 18.12.2011 – Promesse grandiose, realizzazioni miserabili! Vivere da angosciati per mille buoni motivi o da persone libere? Lectio 15.01.2012 – «Vuoi salvare il mondo?» «Certo, niente è più importante! Quindi faccio il carpentiere di paese.» Lectio 19.02.2012 – Hai visto chi frequenta? Carogne che tartassano la gente, prostitute, invasati, malati, gente poco raccomandabile. Lectio 18.03.2012 – Il suo Dio è pericoloso! Lectio 15.04.2012 – Crocifisso come tante altre migliaia di uomini del suo tempo, cosa c’è di tanto interessante? Lectio 20.05.2012 –

Bauman-Goldkorn: io e l'altro

Immagine
Il padre della sociologia moderna, Zygmunt Bauman , insieme a Wlodek Goldkorn , capo redattore per la cultura dell'Espresso, per parlare della paura e di nuove possibili forme di aggregazione. Identità e ambiguità, gli altri temi toccati nel confronto. Presenta Eugenio Occorsio . Fonte:  repubblica.it

Lo straniero, tra espulsione e riconoscimento (Antonio Savone)

Immagine
LO STRANIERO, TRA ESPULSIONE E RICONOSCIMENTO La vita ci obbliga a compiere pressoché quotidianamente non poche soste ma ce n’è una che facilmente rifuggiamo: l’altro, lo straniero, colui cioè, che è “esterno al mondo in cui abitiamo e per questo ci appare come strano… difforme dal consueto, fonte di sorpresa, di perplessità” (SPINELLI B. Ricordati che eri straniero, p. 9). Fenomeno nuovo quello dello straniero in mezzo a noi che ci interpella come cittadini e come credenti. maggiori informazioni ... Leggi anche le   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

Come la Povertà evangelica interpella l’uomo d’oggi (Manicardi)

Immagine
Fonte:  cresia “Come la povertà evangelica interpella l’uomo d’oggi”. Il titolo della relazione affidatami esige un completamento. Per poter interpellare l’uomo d’oggi, la povertà evangelica deve essere eloquente, visibile, deve essere narrata. Se non è narrata non si pone neanche la domanda sul come può interpellare. E chi può narrarla se non la chiesa? A 50 anni dall’apertura del Concilio si devono ricordare le parole di papa Giovanni XXIII dell’11 settembre 1962: “In faccia ai paesi sottosviluppati la chiesa si presenta quale essa è, e vuol essere, come la chiesa di tutti, e particolarmente la chiesa dei poveri”.

Lectio divina 24 giugno 2012 (Abbazia Pulsano)

Immagine
Fonte:  abbaziadipulsano Audio   scarica Lectio divina da leggere   scarica Letture patristiche   scarica

Commento alle letture 24 giugno 2012 (G.Bruni)

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Is 49,1-6; At 13,22-26; Lc 1,57.68-80. «Giovanni è il suo nome» 1. La nascita di ciascuno è un evento atteso dalla terra, unico e irripetibile. Quella di Giovanni, nome che significa «Dio fa misericordia», è profondamente legata a quella di Gesù, nome che significa «Dio salva». Giovanni è un inviato dalla misericordia di Dio a proclamare che la salvezza di Dio è quì, egli l’amico dello sposo che esulta di gioia alla voce dello sposo (Gv 3,29), il testimone della luce (Gv 1,8), l’occhio che vede il Figlio e lo annuncia (Gv 1,34), il dito che indica il passaggio dell’Agnello (Gv 1,35-37), il messaggero dell’atteso (Mc 1,2), la voce della parola (Gv 1,23).

Riflessioni sulle letture 24 giugno 2012 (Manicardi)

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 24 giugno 2012 Anno B Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80 L’evento della nascita di Giovanni Battista illumina gli altri testi biblici: il testo di Isaia ne diviene profezia (“il Signore mi ha plasmato suo servo fin dal seno materno”: Is 49,5), mentre il passo degli Atti è sintesi del ministero di Giovanni e accenna alla sua “nuova nascita”, se così possiamo chiamare il suo diminuire per lasciar crescere il Messia di cui egli è il precursore (cf. At 13,25).

Commento al Vangelo 24 giugno 2012

Immagine
Testo e audio su cercoiltuovolto

L'eucaristia della famiglia nel giorno del Signore (Enzo Bianchi)

Immagine
Milano, 1° giugno 2012  VII Incontro mondiale delle famiglie  di ENZO BIANCH I  1.La famiglia  Quando noi cristiani pensiamo alla famiglia o parliamo di essa, dobbiamo innanzitutto considerare la famiglia all’interno della storia degli uomini: la famiglia che nelle diverse epoche ha subito, e subisce ancora, molte trasformazioni. La prima forma di famiglia testimoniata dalla Bibbia è quella patriarcale del tempo nomadico: diverse generazioni vivevano come clan, come gruppo in cui il protagonista era il patriarca.

Aumenta la nostra fede

Immagine
-> Qui puoi scaricare  <- il pdf con il volantino dell'iniziativa. Fonte: itsad

Il Vaticano II a Bologna

Immagine
Martedì 15 maggio alle ore 17,30  nella sede della Fondazione Giovanni XXIII in via S.Vitale, 114 – Bologna, è stato presentato il volume di  Giampiero Forcesi :  Il Vaticano II a Bologna  La riforma conciliare nella città di Lercaro e Dossetti  a cura di Enrico Galavotti e Giovanni Turbanti ( Ed. Il Mulino ).  Sono intervenuti alla presentazione:  Pierluigi Cervellati ,  Giuseppe Gervasio ,  mons. Giuseppe Stanzani ,  d. Fabrizio Mandreoli ,  Alberto Melloni ,  Giampiero Forcesi 1^ parte  –  Giampiero Forcesi 2^ parte ( cliccate sul nome per il video/audio del loro intervento ). Fonte:  famigliedellavisitazione

Omelia XI Domenica del T.O.(Antonio Savone)

Immagine
domenica 17 giugno 2012 Rivisitare il nostro immaginario su Dio e avere occhi per riconoscere, con meraviglia riconoscente, che egli è sempre all’opera anche quando saremmo tentati di concludere che così non è: ecco l’operazione che la Parola di questa domenica si incarica di compiere nel cuore dei credenti. maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

Enzo Bianchi a Parole di Giustizia

Immagine
La Spezia 8 giugno 2012 Palco della Musica  Il cristiano e la polis  lectio magistralis di Enzo Bianchi  introduce Massimo Federici

Omelia Sacro Cuore di Gesù (Antonio Savone)

Immagine
venerdì 15 giugno 2012 “Se vogliamo sapere chi è Dio, dobbiamo inginocchiarci ai piedi della Croce” (Moltmann). Se vogliamo sapere che cos’è l’amore, dobbiamo inginocchiarci ai piedi della croce. È proprio lì che ci chiede di sostare questa solennità del Sacro Cuore di Gesù. Lì, contempliamo le dimensioni dell’amore di Cristo. maggiori informazioni ... NOSTALGIA DI EVANGELO Mi sono sempre chiesto cosa ci sia dietro il convenire di tante persone attorno ad alcune figure di santità. E credo che vi siano motivazioni le più diverse: i cammini dell’uomo, infatti non rientrano in un uno schema a “modello unico”. Tuttavia, a me sembra di poter raccogliere tutte le nostre ragioni, in una sorta di desiderio recondito, una segreta nostalgia, quella che sempre più misuro nel mio cuore: il desiderio e la nostalgia del vangelo. Ne abbiamo bisogno come l’aria che respiriamo, in questi giorni di afa ecclesiale. Di questo ci parla Antonio di Padova, Francesco d’Assisi, Teresa di Calcut

Commento alle letture 17 giugno 2012 (G.Bruni)

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Ez 17,22-24; 2Cor 5,6-10; Mc 4,26-34. «Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme sul terreno» 1. Gesù l’annunciatore del regno di Dio (Mc 1,14) diventa il maestro che spiega il «mistero del regno di Dio» (Mc 4,11) in parabole, attraverso cioè paragoni, confronti e similitudini alla cui intelligenza profonda si perviene solo mediante la disponibilità alla accoglienza di lui lasciandosi coinvolgere dalla sua parola.

Omelia Sant'Antonio di Padova (A. Savone)

Immagine
mercoledì 13 giugno 2012 Perché a te, Antonio? Così si chiedeva p. David M. Turoldo immaginando un dialogo confidenziale sol Santo mentre riprendeva la domanda che per tre volte frate Masseo aveva rivolto a Francesco: perché a te, frate Francesco? Uomo non bello, non letterato, addirittura semplice e idiota come egli stesso si definiva, non nobile, eppure tanta gente ti viene dietro. Perché? maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

“Società cultura e fede” (G. Ravasi)

Immagine
Ad aprire il Cortile dei Gentili la sera del 29 marzo nel Duomo di Monreale sarà la conferenza del cardinale Ravasi su “Società cultura e fede”.   Fonte:  cattedraledimonreale

Lectio divina 17 giugno 2012 (Abbazia Pulsano)

Immagine
Fonte:  abbaziadipulsano Audio   scarica Lectio divina da leggere   scarica Letture patristiche   scarica

Commento alle letture 17 giugno 2012 (Doglio)

Immagine

Riflessioni sulle letture 17 giugno 2012 (Manicardi)

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 17 giugno 2012 Anno B Ez 17,22-24; Sal 91; 2Cor 5,5-10; Mc 4,26-34 Ezechiele parla dell’azione di Dio con linguaggio allegorico e Marco parla del Regno di Dio con linguaggio parabolico. L’azione di Dio può essere detta, o meglio, evocata, mediante un linguaggio che parla di inizi modesti, anzi, pressoché invisibili, ma destinati a uno sviluppo futuro rigoglioso e grandioso. “Come rassomiglieremo il Regno di Dio? O In quale parabola lo metteremo?”.

Commento al Vangelo 17 giugno 2012

Immagine
Testo e audio su  cercoiltuovolto

L'uomo contemporaneo. Uno sguardo cristiano (Chialà)

Immagine
DESCRIZIONE:   Sabino Chialà ha questo modo di osservare: tutta la sua meditazione è uno sguardo dal basso, e  da dentro , dalla terra che ci è dimora. È, di conseguenza, continua interrogazione su come gli uomini possano abitare la terra  colmi di meriti , ma poeticamente. Il metodo, scrive l’autore, è  cambiare ottica ,  rivoluzionare la prospettiva . Abitare poeticamente la terra è un’ascesi dello sguardo. È quello che accade in questo suo tentativo di analizzare  L’uomo contemporaneo . Non si tratta di studiarlo come da un pulpito di incuriosita sapienza antropologica; si tratta di chiedersi: che sguardo posso, debbo avere, su quelle che chiamano  malattie  del secolo? E sempre avremo bisogno di riscoprire la prospettiva, per decifrare la stoffa tragica di cui è fatta l’esistenza umana. (Barbara Spinelli)

Omelia corpus domini 2012 (Antonio Savone)

Immagine
domenica 10 giugno 2012 La storia di una passione… Ecco cos’è l’Eucaristia: il sacramento della passione di Dio per l’umanità. Essa raccoglie, sintetizza ed esprime una lunga storia di comunione sempre offerta da Dio a un uomo che, chiamato ad essere suo interlocutore, finisce per vivere nel sospetto dello stesso Dio. A quell’uomo incapace di godere della fiducia di Dio, a quell’uomo che pure si era macchiato di una colpa, Dio stesso aveva cucito vestiti perché non fosse vittima della vergogna di essere nudo. maggiori informazioni ... CORPUS DOMINI (PROCESSIONE) Dov’è la mia stanza? Credo sia la domanda a noi rivolta dal Signore Gesù ogni volta che prendiamo parte alla celebrazione eucaristica. Credo lo faccia con un tono tutto particolare questa sera: Voglio celebrare il dono della mia esistenza nella tua casa, nella tua storia. Sei disposto ad accogliermi? In quale luogo intendi ospitarmi? maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche

Conferenze Rinascita Cristiana Genova 2011/12

Immagine
GIOVEDI’  20 OTTOBRE 2011 “E SE IL SALE PERDE SAPORE?” : Don Giovanni Cereti - docente di teologia dogmatica e di discipline ecumeniche presso la Facoltà teologica “Marianum” di Roma. MERCOLEDI' 14 MARZO 2012 GIORNATA CITTADINA DI QUARESIMA CHIESA N.S. DEL CARMINE Don Davide Berrnini : "I RACCONTI EVANGELICI DELLA RESURREZIONE". LUNEDI' 14 MAGGIO 2012 SALA QUADRIVIUM CRISTIANI E CITTADINI -La responsabilità dei laici nella società Padre Bartolomeo Sorge S.J. - teologo, giornalista e politologo. scrittore e relatore congressuale sui problemi dell'attualità religiosa, sociale e politica Avvocato Fernanda Contri - civilista e giurista Vice Presidente Onorario della Corte Costituzionale già Ministro degli Affari sociali nel governo Ciampi,Segretario generale della Presidenza dei Ministri,componente del CSM. Ascolta sul sito  rinascitacristianage

Pistoia - Dialoghi sull'uomo 2012

Immagine
Dono, dunque siamo. Donare, scambiare, condividere per una società più equa . Questo il filo conduttore della terza edizione dei Dialoghi, il festival dell'antropologia contemporanea, ideato e diretto da Giulia Cogoli.  Antropologi, sociologi, filosofi, economisti, pensatori italiani e stranieri si confronteranno per sviluppare un "dialogo" con il pubblico e fra loro stessi, tracciando un percorso che aiuti a comprendere l'oggi e l'essere umano.  scarica il programma 2012 in pdf Alcune conferenze: 6 sabato 26 maggio 2012 Salvatore Natoli   Logica del dono. È sempre l'utile contro il gratuito? Enzo Bianchi   Il dono dell’ospitalità 15 domenica 27 maggio 2012 Zygmunt Bauman   La solidarietà ha un futuro? 16 Chiara Frugoni   Ricevere e donare per Chiara e Francesco 17 Luigino Bruni   Il dono e il mercato: confl

Barnaba tra Gerusalemme ed Antiochia (A. Savone)

Immagine
BARNABA TRA GERUSALEMME ED ANTIOCHIA Gli Atti degli Apostoli parlano spesso della primitiva comunità cristiana, la comunità apostolica. Una comunità che svolge un ruolo tutto particolare perché custode del ricordo diretto di Gesù e della testimonianza degli apostoli. È poi una comunità con uno stile caldo di comunione, di carità, di condivisione, di fedeltà alla Parola e alla frazione del pane. maggiori informazioni ... Leggi anche le   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

L'amore del prossimo (Enzo Bianchi)

Immagine
Genova 6 giugno 2012 - Nel nostro contesto socio-culturale, in cui si è perso il senso fisico della prossimità, come restituire un senso reale al comandamento dell’amore per il prossimo?. Da questo interrogativo parte la riflessione di Enzo Bianchi, monaco, scrittore e priore della Comunità di Bose. L'articolo di Paola Radif. Enzo Bianchi al Ducale “L’amore del prossimo” Parlare al cuore con un linguaggio razionale, con concretezza e senza sentimentalismi, è forse la via più efficace per lasciare un segno. Così sembra che avvenga ogni volta che Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose, ritorna nella nostra città. Al suo invito Genova risponde sempre con entusiasmo e generosità e così è stato anche in occasione dell’incontro sul tema “L’amore del prossimo”, svoltosi mercoledì scorso a Palazzo Ducale.

Commento alle letture 10 giugno 2012 (G.Bruni)

Immagine
Giancarlo Bruni,   appartiene all'Ordine dei Servi di Maria e nello stesso tempo è monaco della Comunità ecumenica di Bose. Letture:  Es 24,3-8; Eb 9,11-15; Mc 14,12-16.22-26. «Prendete, questo è il mio corpo» 1. La pagina evangelica ruota attorno alla cena che precede la celebrazione della Pasqua, ne narra i preparativi (Mc14,12-16), lo svolgimento (Mc 14,17-25) e la conclusione (Mc14,26-31).

Lectio divina 10 giugno 2012 (Abbazia Pulsano)

Immagine
Fonte:  abbaziadipulsano Audio   scarica Lectio divina da leggere   scarica Letture patristiche   scarica

Commento alle letture 10 giugno 2012 (Doglio)

Immagine

Riflessioni sulle letture 10 giugno 2012 (Manicardi)

Immagine
Fonte: monasterodibose domenica 10 giugno 2012 Anno B Es 24,3-8; Sal 115; Eb 9,11-15; Mc 14,12-16.22-26 Il tema dell’alleanza unisce in unità le tre letture odierne. L’alleanza stretta da Dio con il popolo al Sinai e mediata da Mosè, è accompagnata dall’aspersione del sangue delle vittime sacrificali sui due contraenti l’alleanza: Dio (simbolizzato dall’altare) e il popolo.

Commento al Vangelo 10 giugno 2012

Immagine
Testo e audio su  cercoiltuovolto

Dono e obbligo. (Luigi Zoja)

Immagine
Dono e obbligo. Una riflessione sul contributo sociale Luigi Zoja Pistoia   25 maggio 2012 Etnologia, psicoanalisi e neuroscienze dicono che l’uomo è un animale sociale. Non solo la morale e la legge, anche l’istinto vuole che una parte delle nostre fatiche sia destinata agli altri. Questa spinta naturale si è però persa nella società di massa: ciò che dobbiamo allo stato - le tasse – è sentito come una costrizione o addirittura un arbitrio. Poiché nella vita collettiva l’economia ha oggi il posto centrale, un tempo occupato dalla religione, le finanze pubbliche costituiscono un perno dell’equilibrio sociale. E una crisi economica prende inconsciamente il posto del Male. Pagare per la crisi in atto è sentito come punizione: devono farsene carico gli altri, i “responsabili” (sopportiamo meglio altre spese che altre colpe). Paradossalmente però, mentre esplode questa contraddizione, l’antico impulso a lavorare per la collettività rifiorisce sotto forma di interesse per

La parola della domenica 10 Giugno 2012 (Casati)

Immagine
Es 24,3-8 Eb 9,11-15 Mc 14,12-16.22-26 Questo è un mistero che celebriamo ogni domenica: il mistero del corpo e del sangue del Signore. E quindi la festa del Corpus Domini non è una novità.

Omelia Santissima Trinità (Antonio Savone)

Immagine
domenica 3 giugno 2012 A un popolo in cerca di un’autodefinizione e a rischio di rinnegare il proprio passato per andar dietro a idoli fatti dalle mani dell’uomo (tentazione sempre ricorrente), Mosè propone un esercizio che è trasversale a ogni generazione di credenti: rinfrescare la memoria. Non c’è fede senza memoria: la fede nasce sempre dall’ascolto di ciò che Dio ha compiuto per noi. Mosè chiedeva a Israele di imparare a interrogare la storia per riconoscere tutte le volte in cui, in modo insperato e al limite delle possibilità, Dio era intervenuto a favore di un popolo sempre pronto a rimangiarsi l’alleanza stabilita con il suo Signore. Chi poteva vantare una simile disponibilità della presenza di Dio? Non un Dio astratto ha guidato le sue sorti ma un Dio che è comunione d’amore. maggiori informazioni ... Leggi le altre   Omelie 2012 Guarda anche le   Omelie 2011

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Enzo Bianchi "Trovare l’amore è difficile"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"