Romano Penna "Le cristologie del Nuovo Testamento all’origine del cristianesimo"

stampa la pagina

Ciclo di incontri pubblici dedicati al processo storico che a partire dal I secolo, dalle diverse tradizioni già presenti nel Nuovo Testamento, ha portato alla definizione della dottrina trinitaria, della persona di Gesù Cristo e del culto delle immagini nei concili ecumenici del IV, V e VIII secolo.
Il ciclo è realizzato in collaborazione con Sapienza, Università di Roma, Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo.

Il PROF. ROMANO PENNA
ha curato Il primo incontro il 9 gennaio 2020 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale di Grottaferrata che ha avuto per tema

LE CRISTOLOGIE DEL NUOVO TESTAMENTO
ALL’ORIGINE DEL CRISTIANESIMO

“L’impostazione di fondo è quella che vede la nascita del cristianesimo in due fasi, distinte e conseguenti: la prima fase è quella incentrata sul Gesù terreno o storico, e consiste nell’attività e nella predicazione del maestro/profeta di Nazaret […]; la seconda fase si fonda essenzialmente sulla fede pasquale e si concentra sulla sua personale identità, testimoniata in particolare dai titoli cristologici. Tutto questo è rintracciabile nelle prospettive peculiari dei singoli autori del Nuovo Testamento, ognuno dei quali produce un proprio ritratto di Gesù Cristo.” (Da Giuseppe Pulcinelli, Laudatio del Prof. Romano Penna, 2017)


stampa la pagina

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Enzo Bianchi "Inizia la Quaresima"

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Enzo Bianchi "L’enigma del dolore"

“Verso la Pasqua”: tre verbi e tre amici per attraversare il deserto