Ludwig Monti "Le domande di Gesù"

stampa la pagina
Quando ci accostiamo ai vangeli per ascoltare le parole e il messaggio evangelico di Gesù, abbiamo soprattutto il desiderio di trovare in essi risposte alla nostra ricerca: ricerca della vita bella, buona e beata, dunque ricerca di salvezza.
Certamente l’insegnamento di Gesù «in azioni e in parole» (Lc 24,19) è ricco, abbondante, capace di sostenere la vita del credente che vuole seguirlo sempre, ovunque egli vada (cf. Ap 14,4).
Ma il lettore dei vangeli trova anche domande rivolte da Gesù ai suoi interlocutori, in definitiva rivolte al lettore stesso che si pone in suo ascolto. Gesù, infatti, ha spesso posto domande, circa un terzo in più di quelle da lui ricevute per bocca di quanti lo incontravano o lo seguivano.
Fare domande è un’arte, perché si tratta non solo di parlare a un destinatario, ma di indurlo ad ascoltare per porre a se stesso un interrogativo, un sospetto, un dubbio. E la risposta suscitata da una domanda intelligente deve venire dal profondo del cuore, per essere una risposta nella libertà e veramente pensata. Gesù non imponeva, non comandava né la vocazione né la conversione, e tanto meno si sostituiva alla coscienza personale di colui al quale rivolgeva la parola, ma con sapienza poneva domande: apriva un cammino, dava inizio a un processo, metteva in discussione certezze e abitudini, invitava a una fede pensata.
Quest’opera di Ludwig Monti è il primo libro italiano che raccoglie tutte le domande di Gesù e ne commenta una gran parte a beneficio del credente e della credente di oggi. Ma anche, credo, a ogni uomo o donna che desideri porre in questione se stesso, la propria vita, le proprie scelte. Sono stato io a suggerire al caro fratello questo percorso, perché ritengo che ve ne sia davvero bisogno, per scuoterci dal torpore e tornare a riascoltare le parole di Gesù in modo nuovo ed efficace per i nostri giorni.
Scriveva il grande poeta Rainer Maria Rilke in una lettera indirizzata a un giovane: «Vorrei pregarLa di avere pazienza contutto ciò che è irrisolto nel suo cuore, e di sforzarsi di provare amore per le domande in sé, come se fossero delle stanze chiuse a chiave, o dei libri scritti in una lingua straniera. Non si affanni, dunque, per ottenere risposte che ancora non possono esserLe date, perché non sarebbe in grado di viverle. E ciò che conta, di conseguenza, è vivere tutto. Viva le Sue domande, adesso. Forse, così, un giorno lontano, a poco a poco, senza accorgersene, vivrà già dentro la risposta a queste parole».
Queste parole siano un monito a tornare ancora e ancora a sostare sulle domande di Gesù, senza mai stancarsi, per impegnare tutto il cuore, la mente e il corpo a comprenderle in modo sempre rinnovato nelle diverse età della vita. In ciò possiamo essere aiutati da questo lavoro di Ludwig Monti: da “buon scriba” della parola di Dio egli sa trovare nei vangeli cose nuove e cose antiche (cf. Mt 13,52), sa discernere le perle preziose (cf. Mt13,45-46) e sa farci conoscere meglio, attraverso le domande di
Gesù, le profondità del nostro cuore.

Fondatore di Bose
Bose, 30 settembre 2019
Memoria di san Girolamo


Gesù amava porre domande, molto più che dare risposte. E la maggior quantità di domande da lui poste rispetto a quelle ricevute ne è una chiara testimonianza.
È partendo da questo presupposto che qualche anno fa Ludwig Monti, monaco di Bose e biblista, ha incominciato a interessarsi alle domande di Gesù, stilandone un elenco e suddividendole per attestazioni evangeliche e per destinatari. Ne è nato questo libro, pieno di sorprese e curiosità.
Ad esempio, si pensa che Gesù nei vangeli abbia formulato solo qualche domanda, e in realtà sono ben più di duecento. Così come si ritiene che spesso le sue sono solo domande retoriche e invece le questioni sollevate da Gesù sono di grande interesse per gli uomini e le donne di oggi. I temi affrontati da Gesù nelle sue domande offrono, infatti, una “planimetria” della vita umana, se non esatta, comunque ricchissima, estesa e piena di sfumature.
Un volume per conoscere, approfondire e meditare tutte le domande poste da Gesù nei vangeli. Le sue domande, infatti, saranno compagne preziosissime che ci procureranno un tesoro incalcolabile a cui attingere sempre. Prima, durante e dopo ogni possibile risposta.

stampa la pagina

Ultimi articoli

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

La Chiesa italiana dorme e non comunica più

Massimo Recalcati "Quei nostri figli invasi dal porno"

Ravasi: «La fede e noi. Non c’è più il grande ateismo, né la grande profezia»

Commenti Vangelo 28 novembre 2021 Prima Domenica di Avvento

Enzo Bianchi, Ludwig Monti, Paola Radif "Commenti Vangelo 28 novembre 2021"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Commenti Vangelo 28 novembre 2021 Prima Domenica di Avvento

Enzo Bianchi, Ludwig Monti, Paola Radif "Commenti Vangelo 28 novembre 2021"

Enzo Bianchi Commento Vangelo 21 novembre 2021

Enzo Bianchi "Una scelta da rispettare"