S. Petrosino "Biancaneve: come diventare donna"

stampa la pagina
Misano 29 marzo 2019
un filosofo, Silvano Petrosino, si misura con l’ambiguità di una favola,
“Biancaneve” dei fratelli Grimm.

Qual è il messaggio spaventoso che lo specchio comunica alla matrigna di Biancaneve? Qual è la posta in gioco tra queste due donne che s’incontrano e scontrano in una lotta dura e complessa? A partire da questi interrogativi si articolerà un’affascinante interpretazione filosofico-psicoanalitica di uno dei racconti più amati ma anche più equivocati dell’universo fiabesco.
«Le fiabe cercano di portare alla luce alcuni snodi essenziali del vissuto soggettivo. esse fanno di tutto per lasciar parlare l’esperienza stessa del soggetto, con tutti i suoi errori e terrori, con tutte le sue angosce e paure, senza preoccuparsi di creare attorno ad essa un universo perfetto all’interno del quale ogni tensione si scioglie ed ogni conflitto si risolve. in tal senso la fantasia che alimenta le fiabe, ben lungi dall’essere la via di fuga dalla realtà e un frutto dell’illusione, è invece lo strumento per eccellenza attraverso il quale esse, pur restando racconti di finzione, parlano della verità stessa del soggetto».

stampa la pagina

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Il disagio dei preti. Pastori nuovi, nuovi pastori

Enzo Bianchi "Inizia la Quaresima"

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Enzo Bianchi "Il senso della quaresima"