Convegno di studi "Dolce è la luce"

stampa la pagina
Dolce è la luce
La luce, esperienza di Dio nella storia
Roma, 5-6 Marzo 2018


“Dolce è la luce e agli occhi piace vedere il sole”, afferma il libro dell’Ecclesiaste (11,7). La luce, concreta e intangibile, permette di vedere la realtà nella sua singolarità, creando relazioni, dando profondità ai volumi, ma soprattutto è all’origine dell’esperienza del sacro, del divino che illumina e trasfigura la storia dell’uomo.


In una costante dialettica tra vita e morte, tra gloria e dramma, «vedere» la luce significa dare un orientamento al cammino dell’uomo, discernendo il bene e il male, facendo affiorare la presenza luminosa di Dio al cuore della storia.

Sono questi i grandi temi dell’arte: riconoscere attraverso la luce il Dio della vita. In che modo la messa in scena della luce nell’arte fa affiorare la relazione tra Dio e uomo?

Senza alcuna pretesa di esaustività, in un’interdisciplinarietà tra arte, architettura, filosofia, teologia e liturgia, il convegno, ideato da Andrea Dall’Asta SI, Jean Paul Hernandez e Lydia Salviucci, intende delineare una “storia” della luce, fondamentale per comprendere la nostra contemporanea visione del mondo.

Si tratta di un argomento che è stato sempre esplorato attraverso tematiche molto specifiche e settoriali, ma mai secondo una visione d’insieme che, per quanto possa essere necessariamente limitata, apra spazi significativi di confronto tra diverse discipline.

stampa la pagina

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Luigi Maria Epicoco "Mosè afghano"

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Enzo Bianchi "Trovare l’amore è difficile"

Francesco Cosentino "Il Vangelo non è stato chiuso"

Massimo Recalcati "Si cura a scuola la paura di vivere dei nostri figli"