Antonietta Potente "Tra Sapienza e Profezia"

stampa la pagina

Incontri con Antonietta Potente

L'incontro con Antonietta è l'incontro con una voce esile e potente, dolce e profonda, tagliente e lenitiva. Anzitutto una voce che da voce agli ultimi, così come ai cocci della storia che abbiamo perso per strada. Ai frammenti dimenticati della nostra anima e quelli del mondo.
E lo fa per permettere si una ripresa riflessiva, ma soprattutto un riscatto esistenziale, etico e politico. Il riconoscimento della voce e del volto degli altri, mette in atto un processo di riconfigurazione del proprio nome e della propria storia, suscitando così la passione per il reale. Antonietta da voce anche alle ferite del cosmo, così alla sua bellezza che nonostante tutto è ancora capace di curarci. In ultimo ma non per ultimo da voce a Dio, che chiama delicatamente il Mistero dei misteri, fondo irriducibile che ispira le sue parole, sempre libere dalla pretesa di dirlo. Uomo-mondo-Dio si intrecciano in maniera feconda e pulita come pulita può essere una religiosità laica.

Con la categoria mistica politica introduce una rilettura dei classici della tradizione giudaico-cristiana mai sciolta dalla nostra contemporaneità. Questi liberati dalle derive spiritualistiche e dottrinali, sono capaci di intereagire in modo critico con il nostro tempo, così come di aprire orizzonti inediti rispetto al processo di umanizzazione. Disincanti dagli incantesimi del contemporaneo. E i classici appartengono ad ogni latitudine, etnia e religione, tempo e spazio, rielaborati in una voce singolare e ben incarnata che riesce a risvegliarci dall'anestesia culturale in cui siamo adagiati.

🔔Primo audio

🔔Secondo audio

🔔Terzo audio

🔔Quarto audio
stampa la pagina

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Enzo Bianchi "Trovare l’amore è difficile"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"