Clicca


Cultura e Identità - la sfida delle differenze

stampa la pagina

La rassegna culturale PrimaverAC 2016 sul tema “CULTURA E IDENTITÁ: la sfida delle differenze” è una proposta che si svolge nel 2016 per la undicesima edizione consecutiva. È promossa dall’associazione in collaborazione con la diocesi di Jesi ed ha il patrocinio del comune di Jesi. 



MERCOLEDI 6 APRILE ore 18:30

COMUNITA': Tra archeologia e utopia. Relatore il sociologo Massimiliano Colombi, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dipartimento di sociologia, Colombi è nel comitato tecnico scientifico della Summer School “Mobilità Umana e Giustizia Globale". Dopo la maturità al liceo-ginnasio di Fermo, si è laureato in scienze politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con la Fondazione Giulio Pastore di Roma per la ricerca sociale sui temi del lavoro, del sindacato e delle organizzazioni. È già stato in Diocesi per altre conferenze. Ha curato la ricerca promossa dalle Acli sullo stato di salute delle relazioni familiari nelle Marche.

GIOVEDI 7 APRILE ore 21:15

NOMADI NELL'AMORE DI DIO: Il cammino come identitàGianni Giacomelli, priore dell’antico monastero di Fonte Avellana, proporrà un percorso sul valore della convivenza tra chi professa diverse fedi religiose a partire dal tema «Nomadi dell’amore di Dio: il cammino come identità». Gianni Giacomelli, nato nella Provincia di Belluno, è priore del Monastero Camaldolese della Santa Croce di Fonte Avellana, situato alle pendici boscose del monte Catria, nel Comune di Serra Sant’Abbondio. Laureato in giurisprudenza, è stato ordinato sacerdote nel dicembre 2008 dal Vescovo Trasarti nella Cattedrale di Fano, nel 2011 è stato nominato nuovo Priore di Fonte Avellana, in forma congiunta dai monasteri di Fonte Avellana e di Monte Giove. È invitato per conferenze in varie parte d’Italia.

SABATO 9 APRILE ore 18:00

A IMMAGINE DI QUALE DIO? Differenza sessuale e identità di genereSelene Zorzi, docente all’Istituto Teologico Marchigiano, condurrà l'incontro, che vuole fornire il contributo dell’antropologia cristiana al dibattito sulla questione di genere. Docente di Antropologia Teologica e Teologia spirituale, Selene Zorzi, dopo la Laurea in Filosofia, la specializzazione in Teologia e Scienze Patristiche e il Dottorato in Teologia, ha ottenuto il diploma da Coach presso la U2Coach Academy ed è iscritta alla International Coach Federation Global (ICF). Dopo essersi dedicata con dedizione "monastica" alla pallavolo, ottenendo brillanti risultati a livello nazionale con l'Ostia Volley Club, ha rivolto il suo "atletismo" alla vita spirituale, entrando in un monastero benedettino. È docente stabile di Teologia Spirituale e Patrologia dal 2010 ad Ancona presso l'Istituto Teologico e insegna Filosofia, Antropologia e Patrologia presso l'Istituto di Scienze Religiose, presso il quale è Vicedirettrice dal 2008. È docente invitato presso l'Istituto Teologico di Molfetta e svolge attività di conferenze e formazione.

LUNEDI 11 APRILE ore 18:30

NUOVE PROSPETTIVE DEL VIVERE INSIEME; dall'incontro con il nemico alla ricostruzione della fiducia. In questo appuntamento ascolteremo la testimonianza dello psicologo e scrittore Franco Vaccari (presidente dell’Associazione Rondine candidata al Nobel per la pace 2015) sull’esperienza che unisce giovani provenienti da diverse culture e da Paesi generalmente identificati dalla Storia come nemici e che arrivano nel borgo medievale di Rondine, in Toscana, per studiare e vivere insieme, con la speranza di diventare leader pacifici di domani. L’incontro vuole offrire uno sguardo positivo sulla multiculturalità e sulla possibilità di vivere insieme in pace. 

GIOVEDI 14 APRILE ore 19:00

LA MADIA E L'ALTARE: percorsi materiali e spirituali di pane e mensa, tra storia, miti e riti. Tommaso Lucchetti ci condurrà in un viaggio tra «La madia e l'altare: percorsi materiali e spirituali di pane e mensa, tra storia, miti e riti». L’esperienza del cibo è senza dubbio un'esperienza identitaria: profumi, colori e sapori di quello che mangiamo sono sufficienti a identificare la provenienza di chi li prepara; il cibo è sintesi perfetta di natura e cultura. 

VENERDI 15 APRILE ore 18:30

DAI FATTI MIEI AI FATTI NOSTRI: per un diverso senso della leadership. Il sesto e ultimo incontro sarà con il docente della Luiss Guido Carli di Roma e presidente della fondazione Lavoroperlapersona di Offida,Gabriele Gabrielli. La conversazione, proporrà una rilettura del ruolo del leader in ambito politico e lavorativo a partire dai valori del rispetto della persona nella sua integralità e unicità; della dignità del lavoro, espressione dell’uomo; della diversità come dono e fondamento di una società aperta, interculturale e accogliente; della imprenditorialità come espressione multiforme della creatività dell’uomo.

La rassegna, realizzata in collaborazione con il settimanale Voce della Vallesina, è alla 11° edizione ed è aperta a tutta la cittadinanza.


stampa la pagina



Gli ultimi 20 articoli