L’Ecumenismo è finito?

stampa la pagina

Il 9 e 10 luglio 2022 si è svolta la Garbaoli ecumenica, momento di incontro fraterno e di riflessione tra cristiani cattolici, riformati e ortodossi.

Posti di fronte al dramma della Guerra in Ucraina, sono emersi nodi culturali-religiosi-politici tali per cui il cammino Ecumenico si trova a una nuova sfida. Qualcuno ritiene che possa essere la tomba di un cammino in sintonia, altri che possa essere semplicemente una pausa rispetto a una prospettiva inevitabile e profetica per il Cristianesimo.

Di seguito è possibile scaricare gli audio degli interventi

  1. 1 preghiera iniziale (Evangelica-Ortodossa-Cattolica) Olga Terzano-Vasile Cican – Vescovo Testore
  2. 2 Paolo Ricca: LE CHIESE EVANGELICHE E LA GUERRA IN UCRAINA
  3. 3 Luigi Sandri: LA CHIESA ORTODOSSA RUSSA NEL RECENTE PASSATO E OGGI
  4. 4 Gregorio Plescan: LECTIO DIVINA
  5. 5 Dibattito a più voci
  6. 6 Brunetto Salvarani: L’ECUMENISMO IN TEMPO DI GUERRA
  7. 7 Dibattito
  8. 8 Luigi Sandri: L’ORTODOSSIA TRA COSTANTINOPOLI, KIEV E MOSCA
  9. 9 Paolo Ricca: L’EVANGELO E LA GUERRA: IL DOVERE DELLA PACE E IL DIRITTO ALLA DIFESA
  10. 10 Salvarani-Sandri: L’ECUMENISMO: PROSPETTIVE
  11. 11 Paolo Ricca: restituzione circa le sollecitazioni inviate dai partecipanti al campo

Interventi di Paolo Ricca, Brunetto Salvarani, il pastore della Chiesa valdese di San Marzano in Diocesi di Acqui, Gregorio Plescan, il parroco della Parrocchia Ortodossa-Romena di Alessandria, Vasile Cican, il Vescovo della Diocesi di Acqui, Mons. Luigi Testore, la presidente diocesana dell’Azione Cattolica Barbara Grillo.

Una gradita e prestigiosa novità è stata la presenza del giornalista-scrittore di Roma Luigi Sandri, già corrispondente dell’ANSA da Mosca – Vaticanista e profondo conoscitore della situazione storico-culturale dell’area in cui il conflitto si sta svolgendo.

Il tutto coordinato e sostenuto dal presidente della Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della Diocesi di Acqui, nonché referente del MEIC, Domenico Borgatta, tessitore infaticabile dell’iniziativa.

Locandina e programma

stampa la pagina