Duccio Demetrio "Foliage. Vagabondare d’autunno".

stampa la pagina
Il motivo conduttore del libro è rappresentato dai temi filosofici della caducità e della fugacità, riconducibili a metafore tra le più poetiche dell’esistenza. Da non intendere come fonte di tristezza per l’imminente congedo dalla vita ma come riapparire del desiderio di continuare a vivere in modi diversi, ispirati dai bagliori autunnali.
Il termine foliage invita a vagabondare alla ricerca del trascolorare delle foglie in sfumature pregne di solarità, ad ammirarle concedendosi tempo. Inseguire i foliage, frugarne tra gli alberi le manifestazioni, attenua i timori dell’inverno che incombe. Vagabondare in autunno nei boschi, in pianura, in montagna, sulle colline, offre momenti di grande bellezza e consolazione. Un viaggio alla scoperta della luce che anche la caducità emana, illustrato dai dipinti dedicati all’autunno dai grandi pittori, da Monet a Gauguin, da Van Gogh a Schiele.

Duccio Demetrio ha insegnato Filosofia dell’educazione all’Università di Milano-Bicocca.

Café philosophique con Duccio Demetrio
in collaborazione con Raffaello Cortina Editore
Teatro Franco Parenti Milano 11 ottobre 2018

stampa la pagina

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Enzo Bianchi "Trovare l’amore è difficile"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"