clicca per Iscriverti alla newsletter

Paolo Ricca "Lutero tra mito e realtà"

stampa la pagina
Pubblichiamo la registrazione audio dell’intervento introduttivo del teologo Paolo Ricca, traduttore e interprete di Lutero.

Tre domande a partire dal titolo del film di Eric Till che (solo) nell’edizione italiana recita:

LUTHER – GENIO. RIBELLE. LIBERATORE


1) Capita ancora di leggere che Lutero fondò “la nuova religione protestante”. Lutero, se fu vero genio, lo fu perché inventò un nuovo cristianesimo (il san Paolo del cristianesimo moderno)?

2) Il padre della Riforma fu davvero un ribelle, un capopopolo, un rivoluzionario... del tipo: Savonarola, Masaniello, Robespierre?

3) La Riforma fu un grande movimento di liberazione religiosa e culturale, avviato dalla predicazione di Lutero che rivendicò la «libertà del cristiano» nella Chiesa (vita di fede) e nella società (vita secolare). Che cosa significa questa libertà per chi crede? C’è un’eredità spirituale della Riforma che possa rivelarsi una benedizione al presente, non solo per i credenti ma per tutti, cioè nella quotidiana vita civile e sociale, laica e democratica?

L’incontro si è svolto sabato 5 novembre 2016 a Lucca - Auditorium Fondazione Banca del Monte. Organizzato dal Centro Culturale “P.M. Vermigli” di Lucca nell’ambito del laboratorio “Fede e pensiero al presente” (a cura di Michele Turrisi) e dal Cineforum Cinit “Ezechiele 25,17” (presidente Maximiliano Dotto). Con la collaborazione di LuccaLibri e il patrocinio dell’Accademia di Studi Luterani in Italia (ASLI).

stampa la pagina

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Luigi Maria Epicoco "Mosè afghano"

Enzo Bianchi "Trovare l’amore è difficile"

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Francesco Cosentino "Il Vangelo non è stato chiuso"

Timothy Radcliffe "Cosa significa essere sacerdoti oggi?"

Enzo Bianchi "L’enigma della sofferenza"