La PAROLA dell’ORIGINE: Il mondo e la storia nella prospettiva della creazione

stampa la pagina
Che cosa cerchiamo quando investighiamo le origini di ciò che chiamiamo mondo? Il desiderio di conoscere la genealogia dell’universo, il passato da cui proveniamo, è sospinto da un interrogativo che investe il presente dell’esistenza personale e il destino solidale dell’umanità con il cosmo. La domanda sull’inizio è un interrogativo sul senso dell’origine che ci abita.

Per ricostruire la gestazione della natura il contributo della ricerca scientifica è imprescindibile, sia nell’ordine delle grandezze cosmiche che nella tessitura sorprendente della vita. 

La voce della Scrittura, in particolare della Sapienza, testimonia di un’alleanza che origina da una gratuità, la quale non asserve ma convoca la nostra libertà come determinante per custodire e costruire un compimento all’insegna della responsabilità. Perché sia tale, non le può risparmiare il limite e il rischio della sua fragilità. 

È l’incontro con Gesù Risorto a gettare luce su di una figliolanza ch’è il telos del travaglio di tutte le cose: in Lui, per mezzo di Lui e in vista di Lui anche le ferite della storia vengono assunte nel dramma di una creazione alla cui novità concorre tutto ciò che Dio pone come altro da sé. 

La sistematica teologica medievale assume la sfida di pensare questa alterità e questa novità nel quadro della concettualità greca, stretta tra l’esigenza di porre una gerarchizzazione che tuteli l’as soluto e la necessità di mantenere l’unità tra il fondamento e quanto ne deriva. Il superamento di una visione meccanicistica – pur nella variante naturalistica – libera le risorse per riscrivere una ontologia che non lascia presupposto il bene, perché lo riconosce come un’autorizzazione a partecipare operosamente ad una speranza che lo Spirito orienta alla gloria.

FACOLTÀ TEOLOGICA DELL’ITALIA SETTENTRIONALE 
MILANO 
MARTEDÌ 18 FEBBRAIO 2020 

MATTINO 
Moderatore: FERRUCCIO CERAGIOLI, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale 

9.30-9.40 Saluto, MASSIMO EPIS, Preside della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale 

9.45-10.15 Principio, causa, inizio e origine. Variazioni filosofiche 
PAUL GILBERT s.j., Professore emerito della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Gregoriana - Roma 

10.15-10.55 Sulle tracce dell’inizio. Il brusio del cosmo 
MARCO BERSANELLI, Professore Ordinario di Astronomia e Astrofisica presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Milano 

11.15-11.55 Il mistero della vita. Concatenazioni e sorprese 
PAOLO TORTORA, Professore Ordinario di Biochimica presso il Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca 

POMERIGGIO
Moderatrice: LAURA INVERNIZZI, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale 

14.30-15.15 Il gioco della Sapienza (Proverbi 8,22-31) 
GIANANTONIO BORGONOVO, Docente di Antico Testamento presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale 

15.15-16.00 Cristo mediatore della creazione. La cristologizzazione della protologia (Colossesi 1, 13-20) 
JEAN-NOËL ALETTI s.j., Professore emerito del Pontificio Istituto Biblico - Roma 

MERCOLEDÌ 19 FEBBRAIO 2020 

MATTINO 
Moderatore: ALBERTO COZZI, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale 

9.30-10.15 Dal nulla? Contributi tommasiani alla teologia della creazione 
SERGE-THOMAS BONINO o.p., Presidente della Pontificia Accademia di San Tommaso d’Aquino, Decano della Facoltà di Filosofia dell’“Angelicum” di Roma, Segretario Generale della Commissione Teologica Internazionale 

10.45-11.30 Da Dio? L’origine come generazione 
PIERANGELO SEQUERI, Preside del Pontificio Istituto Teologico “Giovanni Paolo II”, Docente di Teologia Fondamentale presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale 
stampa la pagina

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Erio Castellucci "Rifare i preti"

Massimo Recalcati "Nelle menti deviate dal sospetto"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Enzo Bianchi "Insieme a Papa Francesco"

"Qohélet, un filosofo per i nostri giorni?"

Quale Chiesa verrà?