Luciano Manicardi "Luca: il vangelo nella storia"

stampa la pagina





Luciano Manicardi
priore di Bose e biblista
2019, 1 CD 9h, formato mp3,
disponibile anche come file scaricabile.

Corso biblico tenuto a Bose, 29 luglio - 3 agosto 2019 

Luca: il vangelo nella storia

L’attenzione allo scorrere del tempo e quindi il problema della difficile perseveranza, di come la fede può rimanere e rigenerarsi quando è sottoposta alla prova della durata, la domanda su come vivere il vangelo nel quotidiano, le tematiche inerenti la vita sociale, la sensibilità verso i temi salienti della vita spirituale, l’ideale di una chiesa tollerante, che non fa discriminazioni, umana, sono solo alcuni degli elementi che attraversano questa “narrazione” (Lc 1,1) che trasmette ai cristiani di ogni generazione indicazioni preziose su come vivere la fede radicati nel loro oggi.

1. Introduzione
2. L’inserimento in una storia. Geneaologia e tentazioni: Lc 3,23-4,13
3. Il Libro come “casa”: Lc 4,14-30. Il racconto di un inizio: Lc 5,1-11
4. L'arte narrativa dei Vangeli. I racconti in parabole di Gesù
5. Una misericordia “scandalosa”: Lc 15,11-32
6. Abitare il tempo: Lc 12,22-32. La dimensione del quotidiano: Lc 17,26-29
7. L’ambivalenza dell’umano: Lc 10,25-37
8. Come Gesù incontra le persone: Lc 10,38-42; Lc 19,1-10. Il discorso escatologico: Lc 21,5-36
9. Passione, morte e resurrezione: Lc 22-24
stampa la pagina

Ultimi articoli

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Il cardinale Matteo Zuppi: «Cambiamo il mondo»

Derio Olivero "Chi sono questi, vestiti così strani?”

Alessandro D’Avenia "Fare a pezzi le donne"

Enzo Bianchi "Il papa emerito non è in clausura"

Vito Mancuso "L’arte di vivere da esseri umani"

Le novità dal nostro canale Youtube

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Alessandro D’Avenia "L'altezza dei quadri"

Enzo Bianchi "Perché dobbiamo mettere un limite al desiderio"

Enzo Bianchi, Fabio Rosini "Commenti Vangelo 14 agosto 2022"

Commenti Vangelo 14 agosto 2022 XX Domenica del Tempo ordinario

Il cardinale Matteo Zuppi: «Cambiamo il mondo»