Enzo Bianchi L’Evangelo: una buona notizia per gli stranieri

stampa la pagina



"Uomini e Profeti" - Lezioni. Puntata di domenica 26 marzo 2017

"L’Evangelo: una buona notizia per i poveri, i peccatori, i malati, le donne, gli stranieri" 
di Enzo Bianchi

Nell' ultima lezione Enzo Bianchi , consapevole di quanto sia difficile oggi affrontare il problema dei migranti fra noi, ci ricorda che non solo ogni popolo prima o poi è stato migrante e straniero ma anche che ciascuno di noi è straniero a se stesso (Julia Kristeva).
Inoltre, è il Vangelo stesso che pone gli stranieri tra i primi destinatari del suo messaggio.
E le prime comunità cristiane vivevano “da pellegrine e straniere” sulla terra.

Letture di Roberta Greganti e Graziano Piazza

I testi sono tratti da:
Domenico Quirico, Esodo, Neri Pozza 2016
Hannah Jonà Listieva, Piccola intervista sulla eleganza del sole che muore, Albatros 2010

Riferimenti biblici:
Es 22,20; Lv 25,23; Dt 10,19
Mc 7,24-30
Mt 25,31-46
Lc 7,1-10

Bibliografia minima
Enzo Bianchi, Ero straniero e mi avete ospitato, Rizzoli 1995
Edmond Jabès, Il libro dell'ospitalità, Raffaello Cortina 2017
Julia Kristeva, Stranieri a noi stessi. L'Europa, l'altro, l'identità, Donzelli 2014

Ascolto
Johan Sebastian Bach, dal Vangelo secondo Matteo
stampa la pagina

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Massimo Recalcati "Tra i banchi meno programmi più umanità"

Enzo Bianchi "La scomparsa della vergogna"

Massimo Recalcati "Per capire un padre devi abbandonarlo (e poi amare il suo puzzo d’aringa)"

Enzo Bianchi "Il valore del fallimento"

Enzo Bianchi "Perché si ama anche chi se ne va"

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Massimo Recalcati "Per capire un padre devi abbandonarlo (e poi amare il suo puzzo d’aringa)"

Enzo Bianchi "Il valore del fallimento"

Lucia Vantini "Immaginare la teologia"

La sete e l’acqua. Lo Spirito santo nell’esistenza cristiana