Enzo Bianchi L’Evangelo: buona notizia per i poveri

stampa la pagina



"Uomini e Profeti" - Lezioni. Puntata di domenica 5 marzo 2017

"L’Evangelo: una buona notizia per i poveri, i peccatori, i malati, le donne, gli stranieri" 
di Enzo Bianchi

In questa serie di lezioni Enzo Bianchi, fondatore della Comunità monastica di Bose, esplora il significato del Vangelo, che è il cuore stesso del cristianesimo: non la proiezione delle aspettative dei credenti, non un idolo, non un ricettacolo di norme morali, ma un annuncio che vi è speranza per gli ultimi della terra, che da essi occorre partire per ricostruire umanità.
Nella prima lezione viene evidenziato come i primi destinatari della "buona notizia" sono i poveri. Raccogliendo l’indicazione dei profeti, Gesù li pone a soggetto del "regno". Oggi come ieri come sempre i poveri ci stanno accanto. Accoglierli significa innanzitutto "aprire loro le porte del cuore" (Jean Vanier).

Letture di Roberta Greganti e Graziano Piazza

I testi sono tratti da:
Thomas Merton, " Compassione" da Scrivere è pensare vivere pregare
Luca 1,1-4
Jack London, Il popolo dell'abisso
Luca 6,20-26
Isaia 52,7-10

Ascolto
Arvo Part, Summa for strings
stampa la pagina

Post più popolari (ultimi 30 giorni)

Massimo Recalcati "Tra i banchi meno programmi più umanità"

Enzo Bianchi "La scomparsa della vergogna"

Massimo Recalcati "Per capire un padre devi abbandonarlo (e poi amare il suo puzzo d’aringa)"

Enzo Bianchi "Il valore del fallimento"

Enzo Bianchi "Perché si ama anche chi se ne va"

Lettori fissi

Post più popolari (ultimi 7 giorni)

Massimo Recalcati "Per capire un padre devi abbandonarlo (e poi amare il suo puzzo d’aringa)"

Enzo Bianchi "Il valore del fallimento"

Lucia Vantini "Immaginare la teologia"

La sete e l’acqua. Lo Spirito santo nell’esistenza cristiana