Clicca

Aggiungici su FacebookSegui il profilo InstagramSegui il Canale di YoutubeSeguici su X (Twitter)   Novità su Instagram

9 aprile 1945 muore Dietrich Bonhoeffer

stampa la pagina
Carlo Maria Martini – nelle sue Meditazioni sul profeta Geremia – afferma che per comprendere davvero un profeta, bisogna essere “profeti” nel proprio tempo. Come don Mazzolari, don Milani, Turoldo, Dietrich Bonhoeffer. (continua)

MEMORIA E FEDELTÀ
Dietrich Bonhoeffer

Memoria dell’agire di Dio nella storia e fedeltà alla terra nell’attesa della venuta del Signore: con questa duplice tensione, così cara a Dietrich Bonhoeffer – il teologo e pastore della Chiesa confessante tedesca impiccato cinquant’anni or sono su ordine di Hitler – sono qui raccolti alcuni testi inediti in italiano: una sorta di antologia ad uso quotidiano che proprio nella sua frammentarietà consente cammini impensabili a opere più organiche.
Trovano così spazio testi estremamente preziosi nella loro varietà: riflessioni e approfondimenti dettati da circostanze storiche e personali particolari; pagine lasciate come in sospeso, provocatrici di domande cui solo il lettore può rispondere; brani che possono svelare, dietro un’apparente contraddizione, una lettura complementare; pensieri che sembrano scritti per chiarirne, se non per correggerne, altri. Tutto questo dà vita a pagine vicine a ogni uomo che si interroga, ricerca, ascolta, agisce

(dalla “Prefazione” di Enzo Bianchi).

POESIE
Dietrich Bonhoeffer

Dal carcere nazista le straordinarie poesie sull'amore, l'amicizia e la libertà di una delle più grandi figure spirituali del XX secolo. Con testo originale a fronte.

Dietrich Bonhoeffer (1906-1945), pastore e teologo luterano impiccato per aver partecipato alla congiura contro Hitler, è considerato uno dei pensatori più fecondi del nostro secolo per la sua ricerca del senso della fede cristiana e per l’autenticità della testimonianza resa a Cristo in mezzo ai fratelli.


BONHOEFFER E LA PREGHIERA
Matthieu Arnold

La forza dell’uomo è la preghiera.
Pregare è prendere fiato presso Dio;
pregare è affidarsi a Dio.

Dietrich Bonhoeffer, teologo, pastore, impegnato nella formazione dei giovani pastori della chiesa confessante, non ha mai separato l’azione dalla preghiera. La sua produzione di preghiere, in prosa o in versi, non è mai cessata, nemmeno negli anni di prigionia nel carcere nazista. L’autore ci propone un itinerario nella preghiera al seguito di Bonhoeffer: il cristiano di fronte al Dio rivelato in Gesù Cristo, nella solitudine o in una comunità, attraverso i salmi e la preghiera di Gesù, scopre la sua vera identità e si affida fiducioso a lui. Di Bonhoeffer le nostre edizioni hanno pubblicato le Poesie e l’antologia Memoria e fedeltà.

Matthieu Arnold (1965) è professore di storia del cristianesimo moderno e contemporaneo presso la Facoltà di teologia protestante dell’Università Marc Bloch di Strasburgo e membro dell’Istituto universitario di Francia. Collabora anche con il settimanale La Vie.


BONHOEFFER, UN CRISTIANO AUTENTICO
Frédéric Rognon

leggi un estratto

Simbolo dei cristiani tedeschi resistenti al nazismo, uomo giusto e fedele al proprio ideale fino alla fine, Dietrich Bonhoeffer non si è fermato a un orizzonte ristretto, nella convinzione che nella nostra esistenza c’è uno scopo e un compimento più alto, capace di dare un senso a tutti gli eventi, anche ai più tragici e negativi. Eppure gli sviluppi più profondi del suo travagliato itinerario interiore rimangono in gran parte ignorati dal grande pubblico. Queste pagine, ripercorrendo le linee fondamentali del suo pensiero etico e teologico e della sua vicenda umana, ci permettono di accostare l’uomo Bonhoeffer, la cui vita non cessa di interpellarci e alimentare la nostra personale ricerca di una vita cristiana autentica.

Frédéric Rognon (1961), pastore della chiesa riformata di Francia, insegna filosofia, etica e antropologia della religione presso la Facoltà di teologia protestante dell’Université Marc Bloch di Strasburgo.
stampa la pagina


Gli ultimi 20 articoli