Clicca

Aggiungici su FacebookSegui il profilo InstagramSegui il Canale di YoutubeSeguici su X (Twitter)   Novità su Instagram

Savone - Omelia XXV T.O. 22 settembre 2013

stampa la pagina
Credo sia il sogno di non pochi credenti: non avere più nulla da spartire con le cose di questo mondo per potersi finalmente dedicare alle cose di Dio. Il nostro immaginario, infatti, è piuttosto popolato della convinzione che se vita cristiana ha da essere, questa deve prescindere dall’avere a che fare con le cose di questo mondo. Le cose di questo mondo, infatti, finiscono per sporcare… non solo le mani. Eppure, vangelo alla mano, è proprio il modo in cui si è trafficato con le cose di quaggiù che stabilirà il criterio per godere appieno delle cose di lassù. È proprio il rapporto con le cose del mondo che giudicherà la nostra appartenenza al regno di Dio. Il Padre lo incontri nel tuo sporcarti con l’imperfezione, in base al rapporto che sei in grado di stabilire con le cose, con il denaro, con la proprietà. Fai esperienza di Dio nel tuo cuore non tenendoti a distanza di sicurezza dal tuo rapporto con la carne dell’umanità ma mettendoti in gioco con essa. Il rapporto con le cose della terra è ciò che fa la differenza nel tuo professarti discepolo. leggi tutto...

Antonio Savone svolge il suo ministero presbiterale come parroco della Parrocchia SS. Trinità in Tramutola (PZ).
Ha pubblicato tre raccolte di omelie: Come albero (Anno A), Lungo la via (Anno B), Imprevedibili i passi di Dio (Anno C). I testi si possono richiedere direttamente all'autore: info@acasadicornelio.it
stampa la pagina


Gli ultimi 20 articoli