Clicca

Aggiungici su FacebookSegui il profilo InstagramSegui il Canale di YoutubeSeguici su X (Twitter)   Novità su Instagram

Ludwig Monti a Trsradio 4 maggio 2013

stampa la pagina
“Nei vangeli, che sono buona notizia, apportatori di un messaggio di amore e di misericordia, sono presenti però anche parole ‘dure’, parole che sorprendono il lettore, che possono essere per lui inciampo, scandalo. Parole che sconvolgono il nostro buon senso, la nostra sensibilità, la nostra ragionevolezza ... Gesù non è venuto tra di noi per portarci un messaggio che potesse piacere a tutti. Ha parlato con franchezza, dicendo sempre la verità; ha parlato con passione, perché le sue parole nascevano dal suo amore per Dio, dallo zelo per Dio suo Padre; ha parlato con forza, servendosi anche dello stile dell’invettiva e della santa collera” (dalla “Prefazione” di Enzo Bianchi).

Ludwig Monti (Forlì 1974), monaco di Bose e biblista, collabora alle riviste Parola, Spirito e Vita e Ricerche storico bibliche. Presso Paideia Editrice ha pubblicato Una comunità alla fine della storia. Messia e messianismo a Qumran (2006).



E' nell'oggi che scegliamo se andare vicino o lontano da Dio, di cui Gesù è la narrazione definitiva. Come? Stando vicino o lontano dai fratelli. E' nell'oggi che scegliamo per noi la benedizione o la maledizione. Come? Facendo il bene o il male dei fratelli. E' nell'oggi che scegliamo il fuoco o il Regno. Nella speranza che, in ogni caso, il fuoco ci purifichi;  sia cioè il fuoco dell'amore che si oppone al raffreddamento della carità, quella che è la grande tentazione degli ultimi tempi.
stampa la pagina


Gli ultimi 20 articoli